Come investire in Bitcoin: Guida per principianti 2022

Il Bitcoin (BTC) è cresciuto enormemente di popolarità tra gli investitori di oggi negli ultimi anni. In questo periodo si è discusso molto sul Bitcoin e sulle altre criptovalute: i sostenitori affermano che sono il futuro della moneta di scambio e degli investimenti, mentre i detrattori sostengono che sono un’opzione di investimento pericolosa e con bassi rendimenti.

Per comprendere meglio il suo reale valore di mercato, è necessario esaminare i suoi più recenti cambiamenti. Il valore del Bitcoin è aumentato in modo incredibile nel corso del 2021 ma è poi crollato nel 2022 a causa della guerra in Ucraina e dell’inflazione. Nonostante ciò, sempre più persone credono nel potenziale del Bitcoin come moneta mondiale e decentralizzata. L’accettazione del Bitcoin da parte di numerosi individui e aziende di alto profilo, come Tesla o PayPal, è una di queste spinte.

È innegabile che la popolarità di questa criptovaluta stia aumentando, ma cos’è esattamente il Bitcoin e come capire se è l’investimento giusto per voi? Scoprite come investire in Bitcoin con la nostra guida per principianti.

💰 Budget minimo: 1-50 euro
💻 Dove investire: Exchange e Broker
Come iniziare: Vai su eToro
👍 Difficoltà: Bassa
Investire in Bitcoin

Sul broker eToro, potrete comprare Bitcoin con un deposito minimo di soli $50 ed a commissioni molto vantaggiose. Questo perché in molti non sanno che è possibile investire in BTC anche una cifra inferiore al suo valore unitario, in poche parole è possibile acquistare “frazioni di Bitcoin”.

Clicca qui per iscriverti subito a eToro e negoziare Bitcoin

Cos’è Bitcoin?

Bitcoin è la prima criptovaluta al mondo nonché la più famosa. Il Bitcoin è stato creato nel 2009 da “Satoshi Nakamoto“, un programmatore o un gruppo di programmatori. Tuttavia, il vero o i veri creatori di Bitcoin rimangono sconosciuti al grande pubblico e quello utilizzato è solamente uno pseudonimo.

Uno dei tipi di criptovaluta più utilizzati è dunque il Bitcoin. In un sistema di criptovalute, al posto del denaro fisico si utilizzano “monete” o “token” virtuali. Le monete non hanno valore perché non sono sostenute da asset come oro o argento.

Il Bitcoin è stato creato per risolvere un paio di problemi importanti. Innanzitutto, è stato creato per impedire la duplicazione fraudolenta delle criptovalute. Si pensi a quanto sia semplice fare copie dei dati del proprio computer, ad esempio documenti, immagini e altri file. Se chiunque potesse clonare una moneta e creare una quantità infinita di valuta per sé, le criptovalute sarebbero impossibili. Non è forse vero che non si può semplicemente copiare una banconota da 50 euro? Allo stesso modo, è necessario impedire alle persone di replicare le criptovalute.

Come funziona Bitcoin?

Bitcoin utilizza una tecnologia digitale nota come “blockchain“, un sofisticato sistema di codifica che distribuisce un singolo codice su migliaia di macchine. Immaginiamo che la vostra moneta sia composta dal codice “XYZ”. Blockchain scompone il codice in parti più piccole e lo distribuisce su altri computer. Se un hacker volesse accedere al codice, dovrebbe entrare in diversi computer.

La blockchain comprende anche un “public ledger“, ovvero un libro mastro pubblico che tiene traccia delle valute e dei loro proprietari utilizzando centinaia di computer (chiamati “nodi“). Se i dati di una moneta vengono modificati, i nodi incrociano le loro registrazioni per garantire che la modifica sia stata apportata dal proprietario della moneta.

Ogni volta che i soldi passano da un portafoglio Bitcoin all’ altro, vengono registrati. Una chiave privata, nota anche come “seed“, è conservata in un portafoglio Bitcoin ed è crittografata. Questa informazione viene utilizzata per firmare le transazioni e provarne matematicamente l’origine. La firma rende inoltre impossibile per chiunque alterare la transazione una volta completata. Tutte le transazioni vengono trasmesse alla rete e il “mining” inizia a confermarle entro 10-20 minuti.

Il mining assicura una catena cronologica, la neutralità della rete e permette a diversi computer di concordare lo stato del sistema, secondo Bitcoin.org. Le transazioni devono essere contenute in un blocco crittografico per essere confermate.

La modifica dei blocchi passati invalida tutti i blocchi successivi, rendendo impossibile la modifica dei blocchi precedenti. Il mining fornisce anche una lotteria competitiva, impedendo a chiunque di aggiungere sequenzialmente nuovi blocchi alla rete.

Tutte queste nozioni sono di solito presenti all’interno di un buon corso criptovalute di base.

Cosa serve per investire in Bitcoin oggi?

Per investire in Bitcoin non è necessario disporre di molto denaro dato che è possibile comprare anche frazioni di BTC. Sono necessari solo i seguenti elementi:

  • Aver compiuto la maggiore età
  • Documento di identità personale in corso di validità
  • Un metodo di pagamento da utilizzare
  • Una connessione internet sicura e affidabile

Come investire in Bitcoin in 5 passaggi

Siete pronti a entrare nel mondo del Bitcoin e delle criptovalute? Siete fortunati, perché acquistare Bitcoin è molto più facile di quanto possiate immaginare. Ecco come investire in Bitcoin in cinque semplici passi:

  1. Scegliere un Crypto Exchange
  2. Registrarsi alla piattaforma scelta
  3. Collegare un metodo di pagamento
  4. Effettuare l’acquisto di Bitcoin
  5. Gestire gli investimenti in Bitcoin

Scegliere un Crypto Exchange

Per iniziare, è necessario decidere dove comprare Bitcoin. Gli utenti possono scegliere fra le seguenti opzioni:

  • Exchange: I crypto Exchange sono piattaforme interamente dedicate alla negoziazione di criptovalute. Gli Exchange possono essere di due tipologie: centralizzati e decentralizzati. I primi sono gestiti da una società mentre i secondi non sono gestiti da un’autorità centrale e di conseguenza sono molto più pericolosi. Sconsigliamo ai nostri lettori di affidarsi ad un Exchange decentralizzato.
  • Piattaforme di trading online: Ormai anche alcune delle migliori piattaforme di trading online consentono di acquistare criptovalute vere e proprie e non solo CFD. Le piattaforme di trading online, a differenza degli Exchange, sono soggette a pesanti regolamentazioni e consentono di investire anche in altri asset (azioni, ETF, ecc.)

Poiché il Bitcoin è una tecnologia open-source, non esiste una società ufficiale “Bitcoin”, anche se esistono diversi Exchange e piattaforme di trading che supportano le transazioni in Bitcoin. Queste piattaforme agiscono dunque da intermediari negli investimenti in Bitcoin.

Se scegliete di acquistare da un Exchange centralizzato o da una piattaforma di trading online regolamentata, dovete prima sceglierne uno. Ecco una serie di scelte tra le più apprezzate:

  • eToro: Il broker eToro è la scelta migliore per i principianti che desiderano comprare criptovalute in Europa. È inoltre l’ideale per chi vuole acquistare anche asset diversi dalle criptovalute.
  • Binance: È il più grande Exchange al mondo ed offre un’ampia selezione di altcoin. È la migliore scelta per gli utenti avanzati ma non è l’ideale per i neofiti.
  • Kraken: Questo Exchange è un’opzione valida dato che consente di investire in Bitcoin utilizzando varie valute di tutto il mondo e dato che è in attività da molti anni.
  • Coinbase: È un Exchange molto popolare tra gli utenti in quanto è molto semplice da utilizzare. Non è però la scelta più vantaggiosa dal punto di vista delle commissioni.
  • Gemini: È un Exchange che offre proposte adatte sia ai più esperti che agli investitori occasionali.

eToro è in assoluto la nostra scelta preferita, in quanto è sia una piattaforma di trading online (eToro) sia un Exchange criptovalute (eToroX). Su entrambe le piattaforme è possibile acquistare criptovalute ma la differenza è che eToroX è più adatto agli utenti esperti in quanto offre funzionalità avanzate e commissioni ridotte. La piattaforma base è invece perfetta per i principianti.

Clicca qui per iscriverti subito a eToro

Sul broker eToro potrete investire in sicurezza nel Bitcoin, e nelle altre principali crypto, beneficiando di tantissimi vantaggi, come ad esempio lo staking. Il tutto con un deposito minimo di soli $50 e con la possibilità di copiare gli investimenti dei migliori trader tramite la funzionalità del Copy Trading

Se lo desiderate sul broker troverete anche azioni, azioni frazionate, ETF e CFD senza commissioni fisse e con spread molto vantaggiosi. Il broker è davvero semplice da utilizzare ed è testabile tramite Demo gratuita.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Registrarsi alla piattaforma scelta

    Una volta scelta la piattaforma, sarà necessario procedere alla registrazione gratuita. Il processo di registrazione è generalmente molto semplice, dovrete solo inserire i vostri dati, un vostro documento di riconoscimento valido ed eventualmente rispondere a qualche domanda che la piattaforma vi porrà per testare il vostro livello di conoscenza sugli investimenti. In questa fase non vi verrà richiesto di aggiungere un metodo di pagamento.

    Quello che dovrete fare per registrarvi alla piattaforma scelta è:

    1. Accedere al sito ufficiale dell’Exchange o della piattaforma di trading scelta
    2. Cliccare sul box di registrazione presente nella Home Page
    3. Completare il processo inserendo i vostri dati e rispondendo a tutte le domande
    4. Aspettare di ricevere per e-mail le credenziali di accesso
    5. Effettuare il login

    Una volta effettuato il login potrete familiarizzare con la piattaforma e qualora consentito potrete simulare l’acquisto di Bitcoin con l’account Demo gratuito.

    Clicca qui per registrarti subito a eToro

    Collegare un metodo di pagamento

    Prima di procedere all’acquisto effettivo di Bitcoin è necessario finanziare il proprio conto. La maggior parte degli Exchange e delle piattaforme di trading consente di comprare Bitcoin, in valuta fiat, tramite i seguenti metodi di pagamento:

    • Carta di credito/debito
    • Bonifico bancario
    • eWallet (PayPal, Neteller, ecc.)

    Se desiderate utilizzare un metodo di pagamento in particolare dovreste verificare che la piattaforma scelta lo accetti. Sulla piattaforma di eToro, ad esempio, potrete comprare Bitcoin con PayPal, con carta di credito/debito, bonifico bancario e molto altro ancora.

    Clicca qui per comprare subito Bitcoin su eToro

    Effettuare l’acquisto di Bitcoin

    Ora siete pronti ad investire in Bitcoin. Tutto ciò di cui avrete bisogno sarà disponibile sulla vostra piattaforma.

    La domanda più importante ora è: quanto Bitcoin comprare? Anche quando il suo valore è molto basso, un singolo Bitcoin ha un prezzo inaccessibile alla maggior parte delle persone. Fortunatamente, le piattaforme come eToro consentono di acquistare frazioni di una singola criptovaluta. Questo singifica che potrete investire in Bitcoin anche soli 50 euro.

    Investire in Bitcoin è estremamente pericoloso, questo perché le criptovalute hanno un andamento molto volatile, pertanto è necessario valutare attentamente la propria tolleranza al rischio e rivalutare la propria strategia di investimento prima di effettuare qualsiasi acquisto.

    Gestire gli investimenti in Bitcoin

    Dopo aver comprato bitcoin, potete fare quanto segue:

    • Fare acquisti online con le vostre crypto.
    • Conservare i Bitcoin per lungo tempo nella speranza che il loro valore aumenti.
    • Usare le vostre crypto per il day trading, cioè per comprare e vendere cripotvalute giornalmente sperando di guadagnare dalle loro oscillazioni di prezzo.

    Ricordiamo che tutto ciò di cui avete bisogno per comprare e vendere criptovalute sarà fornito dalla vostra piattaforma.

    Investire in Bitcoin

    Bitcoin Wallet

    Quando si acquista una crypto, come Bitcoin, questa viene inserita in un “wallet” (portafoglio), che contiene tutte le criptovalute. I wallet crypto possono essere di due tipologie:

    • Hot wallet: Un hot wallet è quello gestito dal vostro Exchange, dalla vostra piattaforma di trading (il broker eToro, ad esempio, ha un hot wallet integrato) o da un fornitore terzo. Gli hot wallet sono molto pratici perché si può accedere alle proprie monete via internet tramite un programma software. In poche parole le vostre criptovalute saranno custodite all’interno della piattaforma scelta e non dovrete acquistare un portafoglio aggiuntivo.
    • Cold wallet: Il modo più sicuro per conservare le crypto è in un cold wallet. Un cold wallet è un dispositivo hardware che contiene le crypto, di solito sotto forma di un dispositivo portatile che assomiglia a un’unità flash. La maggior parte dei portafogli freddi ha un prezzo che va dai 60 ai 100 euro.

    Gli hot wallet non sono il metodo più sicuro per conservare le vostre criptovalute, questo perché le vostre crypto sarebbero a rischio nel caso in cui la piattaforma venisse hackerata. In realtà, per piccoli investimenti non dovrebbero esserci problemi, questo perché gli Exchange centralizzati e le piattaforme di trading più affidabili hanno, ad oggi, un basso rischio di hackeraggio ed attuano sistemi di compensazione dei fondi degli utenti fino ad una certa somma.

    Se avete intenzione di acquistare solo una quantità modesta di Bitcoin, investendoci ad esempio meno di 500 euro, un hot wallet integrato in una piattaforma affidabile è sufficiente. Un cold wallet, d’altra parte, vale la pena di essere acquistato se si intende scambiare grandi quantità di criptovalute.

    A cosa serve Bitcoin?

    Una volta acquistati i BTC, è possibile utilizzarli in qualsiasi transazione online che li accetti. Ricordate che quando utilizzate una moneta per effettuare una transazione, non viene prelevato denaro dal vostro conto bancario. Il denaro esce dal conto bancario solo quando si acquista la moneta, non quando la si usa per fare acquisti.

    Il valore di una moneta, come quello della moneta reale, può fluttuare. Per questo motivo alcuni investitori sono interessati ad investire in criptovalute. Gli investitori ritengono che se il mercato sale, il valore del Bitcoin aumenterà drasticamente.

    Nel corso dell’articolo, approfondiremo i vantaggi e gli svantaggi dell’investimento in criptovalute. Per il momento, diciamo che gli investitori dovrebbero prestare molta attenzione al tasso di adozione del Bitcoin e delle altre criptovalute correlate. Il Bitcoin, come le azioni tradizionali, aumenta di valore man mano che un numero maggiore di persone si interessa, e negli ultimi anni ci sono più persone interessate ad acquistare Bitcoin che mai.

    Investire in Bitcoin conviene? Quali rischi?

    Investire in Bitcoin conviene? Questa è una delle domande più frequenti sul Bitcoin. La risposta fondamentale è che nessun investimento è “buono” o “cattivo” per definizione. Dipende interamente dalla vostra tolleranza al rischio, dalla vostra strategia di trading e dai vostri obiettivi finanziari.

    Prima di prendere in considerazione il Bitcoin come investimento, pensate ai vostri obiettivi e a ciò che volete ottenere con la vostra attività di investimento. Volete creare una fonte di reddito che non dipenda da voi? Desiderate diventare un investitore a tempo pieno? Volete risparmiare per la pensione? Queste domande vi aiuteranno a determinare se il Bitcoin è l’opzione di investimento giusta per voi.

    Essendo un asset così volatile, il Bitcoin è un investimento ad alto rischio. Ciò significa che il valore del Bitcoin può fluttuare in modo sostanziale in un breve periodo di tempo, anche solo di poche ore o giorni.

    Il Bitcoin, come tutte le altre criptovalute, non ha un valore fondamentale. Non è supportato da alcun oggetto fisico di valore, come l’oro o l’argento, e non esiste un regolatore centrale che ne mantenga stabile il valore. Inoltre, il valore del Bitcoin non è legato alla redditività di una singola azienda. Il valore del Bitcoin è determinato dalla domanda del mercato, dunque il valore del Bitcoin aumenterà quando più persone lo acquisteranno e diminuirà quando meno persone lo acquisteranno.

    Per ottenere un profitto sostanziale con il Bitcoin potrebbe essere necessario affidarsi al “timing the market”, una tecnica di investimento difficile e tipicamente sconsigliata. Ciononostante, esiste la possibilità di ottenere un profitto.

    In genere gli investitori consapevoli, hanno un portafoglio ben diversificato in base alla propria propensione individuale e destinano alle criptovalute solo una piccola quota del budget totale. Se invece siete dei principianti che desiderano solo possedere qualche crypto da detenere nel lungo periodo, investire in criptovalute 50-250 euro non dovrebbe essere un problema.

    Bitcoin vs Altri investimenti

    Scegliere quali investimenti perseguire e quali evitare può essere un compito difficile, la vostra decisione determinerà se trarrete profitto per gli anni a venire o se perderete tutto. È impossibile non sentire parlare di Bitcoin se si accende la televisione o si legge un blog di investimenti, è ormai uno degli argomenti più caldi del momento, ma non è l’unico metodo per investire il vostro denaro.

    Ecco alcuni degli asset più comuni oltre al Bitcoin:

    Il bello è che molti di questi asset permettono di investire in maniera indiretta nel Bitcoin. Potrete ottenere un’esposizione indirette al Bitcoin investendo in azioni legate alle criptovalute o in un ETF sul Bitcoin. Ricordiamo che sul broker eToro, oltre al Bitcoin, troverete anche azioni, ETF, CFD ed altre crypto.

    Tantissimi utenti scelgono di investire nel CFD del Bitcoin. I CFD sono contratti derivati che non comportano il possesso effettivo dell’asset sottostante (in questo caso il Bitcoin) ma che consentono di speculare sul suo andamento. Tutto quello che dovrete fare è:

    1. Selezionare il CFD del Bitcoin sulla piattaforma di trading scelta
    2. Cliccare su “COMPRA” se pensate che il prezzo del Bitcoin aumenterà, cliccare su “VENDI” se pensate che diminuirà.
    3. Scegliere quanto denaro investirci.
    4. Aggiungere eventuali stop loss, take profit e leva.
    5. Convalidare l’operazione.
    6. Chiudere la propria posizione in giornata per non pagare commissioni aggiuntive.

    Nel caso in cui le vostre previsioni sull’andamento di prezzo del Bitcoin si siano rivelate corrette otterrete un guadagno mentre in caso di previsione errata otterrete una perdita. Ecco qui un elenco di piattaforme di trading regolamentate che consentono di investire nel CFD del Bitcoin:

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    72,30% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: markets
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Trend dei Traders
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Mining di Bitcoin

    Oltre agli investimenti alternativi al Bitcoin, avete anche la possibilità di partecipare al mining di Bitcoin. Il mining di Bitcoin consiste nel permettere al proprio computer di agire come un nodo del libro mastro pubblico. I miners di Bitcoin vengono ricompensati con Bitcoin autentici in cambio del loro contributo. Potreste dunque essere in grado di ottenere Bitcoin gratis senza mai acquistarlo.

    Questo argomento richiederebbe sicuramente un articolo a sé stante ma ci limiteremo a dirvi che purtroppo il mining non è un’attività adatta alla maggior parte delle persone.

    Investire in Bitcoin Pro e Contro

    Dopo aver visto che non esiste una risposta univoca alla domanda “investire in Bitcoin conviene?”, vediamo quali sono i principali Pro e Contro da valutare.

    Pro

    Sebbene il Bitcoin sia uno strumento d’investimento a sé stante, vale la pena notare che ha la capacità di superare i confini dell’investimento tradizionale. Non si può negare che il settore delle criptovalute è in fortissima crescita da anni e che le blockchain trovano sempre più applicazioni nella vita di tutti i giorni, basti pensare al Metaverso o agli NFT, ed a quante aziende prestigiose stanno investendo in queste nuove tecnologie.

    Il vostro successo può inoltre dipendere dalla vostra capacità di “timing the market”. In altre parole, comprerete i bitcoin quando sono a buon mercato e li venderete quando valgono di più. Utilizzando questo metodo, gli investitori ad alto rischio che prestano molta attenzione al mercato possono essere in grado di ottenere grandi rendimenti. Potrebbero addirittura ottenere rendimenti estremamente improbabili nel campo delle azioni societarie o dei titoli di Stato. Il Bitcoin è estremamente liquido e, di conseguenza, è possibile realizzare praticamente qualsiasi investimento quasi istantaneamente.

    Contro

    Purtroppo, l’estrema volatilità del Bitcoin lo rende un investimento rischioso e, se non si è attenti, si può perdere anche molto denaro. Bisogna inoltre considerare che le criptovalute non sono regolamentate, non sono supportate da Banche Centrali o beni di valore, e sono ancora in piena evoluzione.

    In aggiunte, le criptovalute sono particolarmente vulnerabili alle truffe a tema Bitcoin ed ai fittizi sistemi di Network Marketing.

    Il nostro consiglio, per arginare in parte i contro dell’investimento, è quello di non investire mai più di quello che si è disposti a perdere.

    Investire in Bitcoin è legale?

    Investire in Bitcoin è legale? Molti utenti si preoccupano se investire in Bitcoin sia legale o meno prima di iniziare, questa giusta preoccupazione deriva dal fatto che le criptovalute non sono controllate da alcuna autorità centrale. Vi diciamo subito che la negoziazione di Bitcoin, e di altre criptovalute, è completamente legale. Per la legge italiana, investire in criptovalute è analogo a investire in valuta estera a corso legale.

    Come funzionano le tasse sul Bitcoin? Un altro quesito comunemente posto riguarda la tassazione delle criptovalute. In poche parole, il Fisco afferma che dovrà essere pagata un’imposta sostitutiva del 26% sulla media delle criptovalute detenute in uno o più portafogli solo se queste superano i 51.645,69 euro per sette giorni consecutivi. Di conseguenza, nella stragrande maggioranza dei casi, i principianti saranno esenti dal pagamento delle imposte sul Bitcoin e sulle altre criptovalute.

    Come va dichiarato il Bitcoin? Le criptovalute vanno dichiarate in quanto attività di natura estera, e l’articolo 4 del decreto legislativo 167/ 90 obbliga i possessori di tali attività ad indicarle nel quadro RW della dichiarazione dei redditi che ogni anno dobbiamo presentare. Questo solo se la giacenza dei vostri depositi in criptovalute e valute estere supera la soglia di rilevanza di 51.645,69 euro.

    In poche parole, investire in Bitcoin è legale ma è necessario pagare delle tasse sul Bitcoin solo al superare di un determinato importo (molto elevato).

    Investire in Bitcoin è sicuro?

    Il fatto che investire in Bitcoin sia legale non significa che sia sicuro. Come detto più volte, i maggiori rischi associati al Bitcoin sono relativi alla sua volatilità ed al fatto che le criptovalute non sono regolamentate da un’autorità centrale.

    L’investimento in Bitcoin si configura, senza ombra di dubbio, come un investimento molto rischioso ma anche i principianti possono attutire di molto questo rischio decidendo di investire piccole somme. Ricordiamo inoltre che tutti gli investimenti hanno un rischio più o meno elevato, l’importante è diversificare adeguatamente il portafoglio e non investire più di quanto si è disposti a perdere.

    Per quanto riguarda il Bitcoin è inoltre importantissimo stare alla larga dalle tante truffe trading online che circolano sul web e scegliere una piattaforma affidabile, come ad esempio eToro, stando alla larga dagli Exchange decentralizzati.

    Investire in Bitcoin Recensioni

    Prima di investire in Bitcoin, molti utenti sono alla ricerca di opinioni e recensioni di persone che hanno già investito. In questo caso, occorre fare una doverosa premessa. Il web è pieno di recensioni false ed inoltre ogni esperienza è a sé stante. Purtroppo troverete tantissime recensioni positive fatte da persone che magari vogliono solo propinarvi una truffa o tantissime recensioni negative di persone che hanno investito in modo sbagliato.

    Il nostro suggerimento è quello di affidarvi esclusivamente alle opinioni ed alle recensioni degli esperti. L’investimento in Bitcoin non è né giusto né sbagliato ma occorre sempre fare le cose in maniera accorta ed intelligente. Detto ciò, vediamo dove trovare qualche opinione a riguardo.

    Dove trovare recensioni di coloro che hanno investito in Bitcoin? Potete trovarle sui seguenti canali:

    • Trustpilot
    • App Store
    • Google Play
    • Forum
    • Social
    • Articoli online

    Per leggere le recensioni degli utenti su Trustpilot, App Store e Google Play, vi basterà cercare l’Exchange o la piattaforma di trading a cui siete interessati e leggere i commenti lasciati dagli utenti.

    Consigli per investire in Bitcoin

    Se arrivati a questo punto, avete deciso di investire in Bitcoin, ecco qui alcuni consigli da seguire:

    • Comprendere la propria tolleranza al rischio: Come già detto in precedenza, il Bitcoin è un investimento ad alto rischio e prima di investire dovreste considerare attentamente la vostra tolleranza al rischio. Se non siete disposti a impegnarvi in attività rischiose o se avete solo una modesta somma di denaro da investire, dovreste considerare di investire in Borsa con altre modalità.
    • Diversificare il portafoglio: Diversificare il proprio portafoglio finanziario è l’approccio migliore per proteggersi dalle perdite di investimento. Le attività a basso rischio, come i titoli di Stato o gli ETF, dovrebbero essere il vostro obiettivo principale. In seguito, si dovrebbero prendere in considerazione investimenti a medio rischio, come le azioni value o le azioni bue chip. Infine, le azioni più rischiose e il Bitcoin, dovrebbero essere gli asset più piccoli e meno prioritari. Il Bitcoin è semplicemente la “ciliegina sulla torta”, un investimento che ha il potenziale di farvi guadagnare molto denaro ma di cui potreste anche fare a meno.
    • Iniziare con poco: se siete indecisi se provare qualcosa di nuovo o meno, iniziate con poco denaro. Uno dei modi più efficaci per investire in Bitcoin è quello di investirci 10-50 euro ogni tanto. In questo modo, si otterrà un investimento sano. Vi ricordiamo inoltre che potete anche acquistare frazioni di Bitcoin.

    Clicca qui per comprare frazioni di Bitcoin su eToro

    Strategie per investire in Bitcoin

    Nonostante le numerose distinzioni tra l’acquisto di Bitcoin e di altri asset, come le azioni, esistono alcuni parallelismi fondamentali che devono essere affrontati. In effetti, le strategie di trading in Bitcoin non sono molto diverse dalle strategie di investimento in azioni. Tuttavia, molti dei metodi di acquisto del Bitcoin riguardano principalmente i periodi di investimento.

    Ecco le tre tecniche di investimento in Bitcoin più diffuse:

    • Buy and “Hodl” Bitcoin
    • Detenere Bitcoin a lungo termine
    • Investire in Bitcoin nel breve termine

    Buy and “Hodl” Bitcoin

    Il termine “Hodl” (una storpiatura intenzionale di “hold”) si riferisce ad una filosofia di investimento. Il termine “hodl”, che sta per “hang on for dear life”, sostiene che il piano ideale di investimento in Bitcoin è quello di tenerlo per sempre. I sottoscrittori di questo approccio sono ben consapevoli della volatilità dell’asset, ma sono fiduciosi nel suo potenziale futuro. Di conseguenza, questo metodo obbliga gli investitori a superare i numerosi alti e bassi del prezzo del Bitcoin senza vendere.

    Detenere Bitcoin a lungo termine

    Gli investitori che vogliono detenere Bitcoin a lungo termine sono altrettanto fiduciosi che si apprezzerà nel tempo, come nel metodo precedente. I detentori a lungo termine, a differenza del metodo “hodl”, potrebbero essere tentati di vendere una volta soddisfatti dei rendimenti. Questi investitori credono che il Bitcoin aumenterà di valore, magari come nuova riserva di valore (simile all’oro), ma non si oppongono a vendere per ottenere un profitto quando sarà il momento.

    Investire in Bitcoin nel breve termine

    Uno dei modi più comuni per investire in Bitcoin è sfruttare la volatilità dell’asset nel breve periodo. Il Bitcoin è caratterizzato da oscillazioni selvagge dei prezzi, basta dare un’occhiata a un grafico a un anno per capire quanto il Bitcoin possa essere imprevedibile, il che è una buona notizia per i trader a breve termine. Questa tecnica, prevedibilmente, vedrà gli investitori cavalcare gli alti e bassi, vendendo ai picchi e acquistando ai minimi. Si tratta del metodo più difficile tra quelli descritti e che espone gli investitori al rischio maggiore; tuttavia, ha il potenziale per comporre i guadagni più rapidamente rispetto agli altri. A questa strategia si prestano molto bene il trading CFD ed il trading automatico, entrambi disponibili sul broker eToro.

    App per investire in Bitcoin

    Tutti i migliori Exchange e le migliori piattaforme di trading online regolamentate hanno anche una versione mobile. È dunque possibile investire in Bitcoin anche attraverso le migliori app per criptovalute, vediamone alcune qui di seguito.

    Migliori App per investire in Bitcoin:

    1. eToro
    2. Binance
    3. Coinbase
    4. Kraken
    5. Gemini

    Migliori App per investire in CFD del Bitcoin:

    1. eToro
    2. XTB
    3. CAPEX.com
    4. Markets.com
    5. Libertex

    Conclusioni

    Nel corso dell’articolo abbiamo visto che il Bitcoin è una popolare criptovaluta che memorizza e protegge i vostri beni digitali attraverso una massiccia rete di computer interconnessi. Il Bitcoin è al contempo un asset altamente volatile, con oscillazioni di prezzo significative e rapide, che offre il potenziale per grandi profitti ma comporta anche un rischio considerevole.

    Prima di farsi un’opinione, è necessario scoprire come investire in Bitcoin nel modo giusto sulle piattaforme più affidabili. Infine, vi ricordiamo che per proteggervi dalla volatilità del mercato, dovreste sempre diversificare il vostro portafoglio di investimenti, comprendendo anche investimenti sicuri rispetto al Bitcoin, e non investire mai più di quello che siete disposti a perdere.

    FAQ

    Investire in Bitcoin conviene?

    Investire in Bitcoin ed altre criptovalute è rischioso ma anche potenzialmente molto redditizio. Il Bitcoin è un buon investimento se si vuole ottenere un’esposizione diretta alla domanda di valuta digitale. Un’alternativa più sicura, ma potenzialmente meno redditizia, è l’acquisto di azioni di società esposte al Bitcoin.

    Come investire in Bitcoin?

    Per investire in Bitcoin è necessario registrarsi ad un Exchange criptovalute o ad un broker online regolamentato come eToro. Dopodiché sarà necessario collegare un metodo di pagamento e procedere all’acquisto di Bitcoin sulla piattaforma.

    Click to rate this post!
    [Total: 0 Average: 0]

    Di Giulia M.

    Laureata in economia aziendale e management con esperienza pluriennale all'interno del settore finanziario.

    Controlla anche

    come investire in criptovalute

    Come investire in criptovalute in modo sicuro nel 2022

    Investire in criptovalute è diventato un desiderio molto comune non solo tra i trader con …

    un commento

    1. Ottima spiegazione su come investire in Bitcoin, finalmente un articolo che parla anche dei rischi associati

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.