Trading Online: Guida per imparare partendo da zero

Qual è il significato di trading online? Il trading online è un’attività di investimento sui mercati finanziari che si svolge prevalentemente tramite l’utilizzo dei broker online regolamentati. Sui broker online è possibile investire in diverse tipologie di strumenti finanziari: azioni, ETF, valute, materie prime, ecc.

Il trading online è aperto a tutti: non servono grandi capitali, visto che la maggior parte dei broker online ha depositi minimi molto bassi, in genere da 50 a 250 euro, e che le conoscenze necessarie per iniziare ad investire possono essere apprese in modo semplice.

Per fare trading online bisogna utilizzare i servizi di un intermediario (detto piattaforma di trading o in inglese broker). La scelta di questo intermediario è uno degli ostacoli principali per i principianti che vogliono fare trading: un errore può costare veramente caro.

TradingOnlineTop è frutto dell’esperienza di un gruppo di laureati in economia con l’obiettivo comune di fare informazione finanziaria e creare contenuti per chi si affaccia per la prima volta al mondo del trading. Il nostro obiettivo è quello di spiegare, con parole semplici, che cos’è il trading online e come si può cominciare da zero.

Proprio perché la scelta della piattaforma di trading è un tassello fondamentale nel percorso di un trader alle prime armi, recensiamo con cura alcune delle migliori tra cui eToro, XTB, CAPEX.com, LiquidityX, ecc.

Perché citiamo subito eToro? Perché è una piattaforma adatta ai principianti data la facilità d’uso, la presenza di materiale formativo gratuito, le commissioni basse e l’elevata possibilità di diversificazione. Sul broker potrete sia investire in autonomia in azioni, azioni frazionate, ETF, CFD e criptovalute, sia copiare i migliori trader della piattaforma tramite il servizio di “Copy Trading”.  

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui

Qui sotto, un riepilogo con le domande che i principianti fanno più spesso sul trading online:

💰Qual è il budget minimo? 250 euro (in media)
💻Dove farlo? Broker regolamentati
👍Chi può farlo? Tutti
📚Come si impara? Corsi di trading
🔥Come si può iniziare? Con un ETF e qualche azione
🎮Come si fa esperienza? Con il conto demo gratuito

Attenzione: i dati riportati (commissioni, capitale, ecc…) si riferiscono solo alle migliori piattaforme di trading online per principianti. Ci sono piattaforme, più adatte ai trader intermedi e professionisti, come ad esempio Interactive Brokers, che richiedono un capitale iniziale molto più elevato.

Cos’è il Trading online?

Il trading online, noto anche come TOL, consiste in ogni attività di investimento sui mercati finanziari che si svolge tramite l’utilizzo di internet. Il trading online è arrivato in Italia nel 1999 e da allora è disciplinato dalla Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa).

L’obiettivo di chi investe sui broker online è quello di massimizzare la propria ricchezza nel tempo piuttosto che lasciare i propri risparmi a lasciarsi erodere dall’inflazione nel conto corrente. L’investimento tramite i broker online regolamentati, dal punto di vista delle commissioni, è generalmente molto più conveniente rispetto all’investimento tramite banca o SIM.

Come funziona il Trading Online?

Dopo aver studiato tramite un buon corso e fatto pratica sull’account demo del broker scelto, potrete iniziare ad investire nei vari strumenti finanziari. Lo strumento finanziario più acquistato al mondo sono senza dubbio le azioni ma l’ideale sarebbe avere un portafoglio diversificato che contenga diverse tipologie di asset al fine di mitigare il rischio.

Quando un utente inserisce l’ordine per l’acquisto di un’azione su una piattaforma di trading online, il suo ordine viene salvato nel database della piattaforma di trading e della piattaforma di scambio. Questi dati vengono poi utilizzati per cercare in tutte le piattaforme di vendita quel particolare titolo e visualizzare il risultato con il miglior prezzo disponibile. Se il prezzo corrisponde alle richieste dell’utente e lui conferma l’ordine, il processo viene convalidato da entrambe le parti.

Dopo che tutto ciò è completato, il broker di solito ha tre giorni per completare il regolamento del denaro che verrà trasferito sul conto dell’utente. Sui broker online sono inoltre presenti diversi strumenti per valutare la bontà di un titolo e per rimanere aggiornati sulle ultime news.

Le piattaforme online odierne attraggono gli utenti proprio grazie alla facilità d’uso ed alle commissioni ridotte.

Strumenti per il trading online

Esistono molti mercati su cui è possibile fare trading ma, in questa guida, ci concentriamo sui mercati più popolari tra i principianti che cominciano ad investire in Borsa da zero.

Mercati su cui fare trading online:

  1. Azioni
  2. ETF
  3. Forex
  4. Criptovalute
  5. CFD
  6. Commodities

Trading Azioni

Le azioni sono quote di capitale di aziende quotate. Il loro valore cambia a seconda delle prospettive economiche dell’azienda e della sua capacità di generare dividendi per gli azionisti. Il trading di azioni è forse il più intuitivo per chi comincia ed è per questo che è veramente molto apprezzato dai principianti. Di solito si consiglia di concentrarsi sulle azioni più famose come Amazon (AMZN) o Apple (AAPL).

Sui broker online come eToro sarà inoltre possibile acquistare azioni frazionate. Sia eToro che il broker XTB offrono il trading di azioni senza commissioni di negoziazione, questo significa che non ci saranno imposte di bollo o ticker da pagare. Questo significa che a partire da un investimento minimo potrete acquistare le vostre azioni preferite e ricevere eventuali dividendi.

Trading ETF

Un ETF è un particolare tipo di fondo comune d’investimento quotato in Borsa che permette agli investitori di acquistare molti titoli o obbligazioni contemporaneamente. Gli investitori acquistano una quota dell’ETF ed il denaro viene utilizzato per investire secondo un determinato obiettivo.

Ad esempio, se acquistate un ETF S&P 500, i vostri soldi saranno investiti nelle 500 società dell’indice. I broker eToro e XTB offrono il 0% di commissioni sulla negoziazione di tantissimi ETF.

Trading Forex

Il forex è mercato su cui sono quotate le valute. Il valore relativo di una valuta rispetto ad un’altra cambia in base alla forza delle economie dei due paesi e altri fattori come il tasso ufficiale di sconto fissato dalle rispettive banche centrali.

È un mercato molto apprezzato dai trader. Ai principianti di solito si suggerisce di concentrarsi sulle valute principali:

  1. Dollaro
  2. Euro
  3. Yen
  4. Sterlina
  5. Franco Svizzero

Il forex è un mercato molto rischioso che richiede studio e pratica. Molti utenti scelgono infatti di affidarsi ad un buon corso forex prima di iniziare.

Trading Bitcoin e Criptovalute

Le criptovalute sono asset digitali innovativi: in pratica si tratta di valute che non vengono emesse e controllate da uno Stato ma da un algoritmo distribuito, basato sulla crittografia. La criptovaluta più importante è il Bitcoin (BTC) ma esistono anche altre criptovalute note come Ripple (XRP) o Ethereum (ETH) e decine di criptovalute emergenti.

Il grande successo delle criptovalute fra i trader è dovuto al continuo aumento del loro valore: se nel 2009 un Bitcoin valeva pochi centesimi di dollaro, nel 2021 è arrivato a superare i 60.000 dollari. Nessun altro investimento nella storia ha avuto una crescita così impetuosa. Occorre però considerare che si tratta di un investimento molto rischioso proprio a causa di questa eccessiva volatilità.

Sul broker regolamentato eToro potrete acquistare tutte le principali criptovalute sul mercato a partire da un deposito minimo di circa 50 euro.

Trading CFD

La sigla CFD significa Contratti per Differenza (in inglese). Un CFD è un titolo finanziario il cui valore dipende da quello di un altro titolo, detto sottostante. Difficile? No, lo possiamo capire meglio con un esempio. Il CFD sulle azioni di Amazon ha esattamente (sempre) lo stesso prezzo delle azioni Amazon stesse.

Il trader ha la possibilità di comprare il CFD per ottenere un profitto quando il prezzo delle azioni sale oppure vendere allo scoperto per guadagnare quando il prezzo scende. Per vendere allo scoperto non bisogna aver comprato prima (per questo si chiama allo scoperto). E’ un’operazione di tipo speculativo.

In pratica, chi vuole fare trading CFD deve:

  1. Scegliere un asset su cui operare
  2. Fare una previsione esatta su quell’asset: il prezzo aumenterà o diminuirà?
  3. Comprare o vendere a seconda della previsione fatta

Chi non è in grado di fare una previsione da solo può sempre copiare i migliori trader con eToro, utilizzare segnali di trading oppure farsi guidare da un account manager esperto.

I CFD sono strumenti dall’elevato rapporto rischio/rendimento, è bene dunque investirci solo se si è molto propensi al rischio o limitarsi ad investire piccole somme.

Trading Commodities

Commodities è il termine inglese che indica le materie prime. Le principali materie prime su cui fare trading sono le seguenti:

Il valore delle commodities varia secondo la legge della domanda e dell’offerta. Il loro prezzo è influenzato dalla situazione generale dell’economia ma può dipendere anche da situazioni locali. Ad esempio, se in Medio Oriente c’è la guerra, il prezzo del petrolio sale.

Fare trading di commodities può sembrare difficile ai trader principianti ma in realtà i principi di funzionamento sono identici a quelli degli altri mercati. Inoltre, con le commodities si possono sfruttare alcuni cicli stagionali dei prezzi.

Mercati per il trading

Come fare trading online?

Abbiamo accennato nell’introduzione che la piattaforma di trading (o broker) è fondamentale per operare sui mercati. Senza il supporto di una piattaforma di trading online non si può fare trading in autonomia. Il broker si occupa di gestire il conto del trader ed esegue gli ordini di acquisto o vendita.

Per fare trading online è necessario seguire i seguenti passaggi:

  1. Scegliere una piattaforma di trading online regolamentata
  2. Iscriversi inserendo i propri dati
  3. Verificare la propria identità: ci vogliono pochi minuti ed è un passaggio richiesto dalla normativa europea
  4. Effettuare il primo deposito (opzionale)

Diciamo che effettuare il primo deposito è opzionale perché tutte le migliori piattaforme di trading online offrono la possibilità di cominciare con un “conto demo”, cioè con una simulazione dove si investono soldi virtuali.

Come si sceglie la piattaforma di trading? Abbiamo già sottolineato che è una scelta veramente importante, fondamentale. Una buona piattaforma di trading deve essere:

  1. Regolamentata. Purtroppo ci sono anche molte truffe sul trading e bisogna stare attenti. L’unica assicurazione contro le truffe consiste nell’operare esclusivamente con piattaforme di trading autorizzate dalla CONSOB o regolamentate da autorità di vigilanza europee come la CySEC.
  2. Conveniente. È bene scegliere una piattaforma di trading online con una struttura dei costi competitivi. Se ad esempio desiderate investire in azioni dovreste scegliere un broker con la formula Zero Commissioni.
  3. Facile da usare. Per un principiante, incontrare difficoltà tecniche all’inizio è un problema insormontabile. Per fortuna esistono piattaforme di trading veramente intuitive e quindi adatte anche a chi parte da zero.

Migliori piattaforme di trading online

Il mercato è pieno di broker online validi ma non è detto che quello che va bene per un trader vada bene per tutti, ci sono diverse variabili da considerare. Noi abbiamo selezionato con cura le migliori piattaforme di trading online per principianti che rispettano i requisiti che abbiamo elencato: sono tutte regolamentate, con una struttura dei costi favorevole e facili da usare.

Tutti i broker che ti mostreremo sono testabili tramite conto demo gratuito:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Formazione gratuita
  • Consulente personale
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    eToro

    eToro è una delle migliori piattaforme di trading online per chi comincia da zero. Nel 2022 ha raggiunto l’incredibile soglia di 20 milioni di clienti soddisfatti.

    Come mai un successo così clamoroso? eToro offre una piattaforma di trading affidabile, con commissioni competitive e molto facile da utilizzare. Potrete inoltre investire in un’ampia varietà di asset: azioni, ETF, CFD, criptovalute e portafogli d’investimento (noti come “Copy Portfolios”).

    Il suo punto di forza principale è senza dubbio il Copy Trading, un servizio che consente di copiare le operazioni dei migliori trader della piattaforma. Come è possibile? eToro ha sviluppato un sistema innovativo che consente di individuare i migliori trader in termini di profitto massimo e rischio minimo. L’utente ha la possibilità di analizzare a fondo le performance di questi trader, esaminando anche parametri come la strategia utilizzata e gli asset preferiti. In base a questi parametri, l’utente può scegliere quali trader professionisti copiare.

    È possibile fare la scelta in modo semplice ed intuitivo, grazie all’interfaccia del software di Copy Trading. Sarà il software che si occuperà di replicare, in tempo reale, le operazioni di questi trader professionisti nel conto dell’utente. Non è un caso che moltissimi principianti usano eToro per cominciare a fare trading partendo da zero. Se vogliono possono anche approfittarne per imparare il trading proprio osservando in diretta quello che fanno i migliori.

    eToro ha un deposito minimo di soli $50 ed è testabile in demo:

    Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui

    XTB

    XTB è l’altra grande opzione per coloro che vogliono cominciare a fare trading online da zero su di una piattaforma intuitiva, la pluripremiata xStation5. Tra i grandi vantaggi di XTB c’è il fatto che non ci sono commissioni sulla negoziazione di azioni e ETF. 

    Tutti gli iscritti vengono seguiti passo a passo da un account manager molto esperto che fornisce loro indicazioni precise e semplici da seguire. Inoltre, un’altra preziosa risorsa per chi comincia a fare trading online da zero è il corso di trading gratuito che tutti gli iscritti possono scaricare. Il corso di XTB è uno dei più scaricati in Italia perché è gratis, completo, molto facile da studiare e orientato alla pratica.

    Puoi scaricare gratis il corso di XTB cliccando qui

    Un’altra grande opportunità per chi comincia a fare trading è rappresentata dal conto demo gratuito, illimitato e senza nessun vincolo. Grazie a questo conto è possibile fare esperienza senza rischi per poi passare ad operare con denaro reale solo quando si è pronti.

    Puoi iscriverti gratis su XTB cliccando qui

    CAPEX.com

    CAPEX.com è un eccellente broker CFD regolamentato con sede a Cipro che offre accesso ad oltre 2.100 CFD su tutti i mercati più popolari, la negoziazione su MetaTrader, tantissimi strumenti di trading e diverse funzionalità avanzate.

    Uno dei suoi punti di forza è sicuramente la possibilità di poter beneficiare della Trading Central e di tantissime altre funzioni all’avanguardia. Grazie alla Trading Central, coloro che desiderano investire in CFD potranno farlo con una maggiore consapevolezza.

    Il broker è molto attento alla formazione dei suoi utenti e nel 2020 ha vinto il titolo di “Best Forex Educational Broker” e di “Best Trading Tools”. CAPEX.com è una piattaforma di trading online pan-europea, gestita dalla Key Way Investments Ltd e regolamentata dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission). Il broker CAPEX.com aderisce ai più alti standard etici del trading online ed è inoltre registrato presso la CONSOB.

    Il broker ha un deposito minimo di soli 100 euro ed è testabile tramite account demo gratuito:

    Clicca qui per iscriverti a CAPEX.com

    Piattaforme di trading: caratteristiche importanti

    Riepilogo di alcune caratteristiche importanti delle migliori piattaforme di trading per principianti:

    💰 Deposito minimo:

    50 – 250 euro

    💳 Commissioni fisse:

    Basse

    📈 Conto demo:

    Gratuito
    📞 Assistenza telefonica:

    🎯 Facili da usare:

    Corsi di trading online

    Abbiamo già spiegato come la scelta della piattaforma sia uno dei fattori principali per il successo di chi comincia da zero. Il secondo fattore per importanza è sicuramente la conoscenza del trading online. Non serve essere degli esperti per iniziare ad investire ma serve almeno avere un’educazione finanziaria di base che consenta di apprendere le strategie di trading e di testarle sul conto demo.

    Il trading online non è un gioco e alcune conoscenze di base, soprattutto pratiche, sono fondamentali. Persino chi decide di copiare i migliori trader con eToro dovrebbe acquisire una formazione di base.

    Chi vuole imparare, ovviamente, ha la possibilità di farlo studiando un buon corso di trading. C’è un problema, purtroppo, piuttosto grave: non tutti i corsi di trading online sono validi. Ci sono corsi eccezionali che spiegano il trading in modo pratico e completo e altri che invece sono pieni di teoria e non spiegano nulla di utile.

    Come mai questa differenza? Come scegliere il miglior corso? Il problema è nato quando il trading online è diventato famoso come attività altamente redditizia. Molti esperti di marketing (o manipolazione mentale) hanno fiutato l’affare ed hanno creato il loro corso di trading.

    Sono persone che non hanno mai comprato un’azione nella vita ma si presentano come grandi esperti di trading online. I loro corsi sono costosissimi ma non spiegano nulla di pratico perché questi presunti guru sono completi ignoranti. Si limitano a raccogliere informazioni teoriche su internet. Poi loro sono bravi soprattutto a vendere, facendo leva sull’idea di guadagni facili e sicuri.

    Risultato? Chi compra questi corsi spende soldi inutilmente e, peggio ancora, se applica i concetti rischia seriamente di perdere soldi facendo operazioni sbagliate.

    Migliore corso gratuito di Trading Online

    La soluzione per chi vuole imparare davvero le basi del trading è affidarsi ai corsi gratuiti che le migliori piattaforme di trading forniscono ai loro iscritti. Abbiamo già accennato ad uno dei migliori corsi, il corso di XTB. Non è un caso che questo corso abbia avuto un successo straordinario.

    Il corso, infatti, non solo è completamente gratuito ma è anche molto orientato alla pratica mentre i corsi a pagamento sono spesso puramente teorici. Inoltre, è un corso veramente semplice da studiare perché tutti i concetti vengono spiegati con parole semplici, partendo da zero. Infine, è un corso veramente completo che spiega tutto quello che serve sapere per guadagnare con il trading online.

    Clicca qui per accedere al corso di XTB

    Per completezza, è doveroso ricordare che anche altre piattaforme di trading offrono corsi gratuiti ai loro iscritti. Giusto per citare un altro esempio famoso, ricordiamo la Trading Academy gratuita di eToro.

    Per chi vuole approfondire, esiste anche la possibilità di comprare libri di trading online. L’investimento richiesto è di poche decine di euro e si ha la possibilità di approfondire ulteriormente i concetti. In ogni caso, il corso di XTB (o la Trading Academy di eToro) sono molto più che sufficienti per cominciare.

    Trading Online Demo

    Purtroppo, però, anche studiare uno di questi corsi fatti bene è completamente inutile se non si mettono in pratica i concetti che si apprendono. Il trading online, infatti, è un’attività che si può imparare veramente solo facendo operazioni sui mercati, comprando e vendendo.

    Per un principiante, però, fare esperienza iniziando direttamente a investire denaro reale potrebbe essere rischioso. Ecco perché le migliori piattaforme di trading mettono a disposizione gratuitamente le piattaforme demo.

    Si tratta di piattaforme praticamente identiche a quelle reali ma dove si investe con denaro virtuale. In pratica, in questo modo i principianti riescono facilmente a fare esperienza e possono applicare senza rischi i concetti studiati nei corsi di trading.

    Le demo sono importanti ma purtroppo non risolvono tutti i problemi di un aspirante trader: il trading online ha una forte componente psicologica e per diventare trader di successo bisogna imparare a dominare emozioni come paura e avidità. La soluzione è utilizzare la demo per un buon periodo di tempo e poi passare a fare trading con denaro reale, magari depositando inizialmente pochi soldi (50-250 euro sono più che sufficienti).

    Rischi del Trading Online

    Uno degli aspetti che purtroppo i principianti trascurano più spesso è il rischio. Per dirla tutta, il trading online è rischioso. Attenzione però: ci sono rischi che possono essere eliminati completamente e altri che devono essere gestiti nel modo giusto.

    Truffe di trading

    Uno dei rischi peggiori che corrono i principianti è relativo alle truffe sul trading online. I principianti possono essere, infatti, facili vittime di truffatori senza scrupoli che si servono di falsi broker o di sistemi che promettono soldi facili. In realtà, la maggior parte di queste truffe sono semplicemente schemi Ponzi o fittizi sistemi di Network Marketing che non hanno nulla a che vedere con il trading (se non nel nome).

    Le truffe di trading possono essere veramente molto pericolose e possono far perdere tanti soldi. La buona notizia è che è possibile difendersi facilmente da queste truffe. Chi usa piattaforme di trading autorizzate e regolamentate, infatti, è garantito al 100% contro le truffe. Inoltre, spesso basta usare un po’ di buon senso: i soldi facili non esistono e sono l’esca con cui i truffatori catturano le loro vittime.

    A proposito delle truffe, molti italiani sono tempestati di telefonate indesiderate che promuovono il trading. Nella maggior parte dei casi si tratta di vere e proprie truffe. Il nostro consiglio è quello di chiudere immediatamente la chiamata e magari bloccare anche il numero da cui proviene.

    In ogni caso c’è un’eccezione importante: se ti sei iscritto ad un broker serio (autorizzato e regolamentato) e ti sta chiamando il tuo account manager, ascoltalo con attenzione. Probabilmente ti darà dei consigli utili per iniziare a muovere i primi passi con la piattaforma.

    Ignoranza

    Iniziare a fare trading online senza sapere nemmeno cosa sia il trading online (magari perché un parente o un amico sta guadagnando molti soldi) è un comportamento piuttosto comune. Chi comincia a fare trading senza un minimo di preparazione corre il rischio di perdere soldi in modo poco intelligente.

    Forse il destino peggiore capita, però, a coloro che iniziano a scommettere a caso e guadagnano dei soldi. Si convinceranno magari che il trading online è un modo per fare soldi facili e scommetteranno sempre più soldi, senza sentire la necessità di studiare. Prima o poi perderanno e si faranno male.

    Il trading è un’attività di investimento seria, che può essere estremamente redditizia ma che richiede studio e approfondimento.Ecco perché consigliamo di scaricare la guida gratuita di XTB (o qualunque altra guida di alta qualità) e soprattutto di studiarla.

    Rischi di Mercato

    Fino a questo momento abbiamo esaminato rischi che si possono facilmente eliminare. Purtroppo però quando si fa trading online ci sono dei rischi che possono essere solo controllati ma non eliminati del tutto.

    Quali sono questi rischi? I rischi legati al mercato. Le quotazioni di azioni, valute, criptovalute, commodities (o di qualunque altro titolo) seguono alcuni principi fondamentali e possono essere previste, ad esempio, utilizzando analisi tecnica e analisi fondamentale.

    Purtroppo nessun sistema è in grado di fare previsioni affidabili nel 100% dei casi perché i mercati hanno sempre un elemento irrazionale e imprevedibile. Attenzione però: proprio perché c’è questo rischio è possibile guadagnare con il trading online. Se esistesse un metodo per fare previsioni corrette nel 100% dei casi, il rendimento del trading online sarebbe 0: non si guadagnerebbe e non si perderebbero soldi (tempo sì, perché sarebbe un’attività inutile).

    Controllare i rischi

    Se i rischi di mercato non possono essere eliminati possono essere controllati in modo adeguato. Il primo sistema è fare money management, cioè gestire il proprio capitale (ad esempio i 250 euro con cui si è aperto il conto) in modo intelligente.

    Invece di puntare tutto su di un’unica operazione, conviene suddividere il capitale in piccole quote da utilizzare ciascuna su di un’operazione diversa. In questo modo, anche se una di queste operazioni si chiude in perdita, le perdite saranno più che compensate dai profitti fatte dalle altre operazioni.

    Un altro strumento ancora più potente per controllare le perdite è lo stop loss. Le migliori piattaforme di trading online consentono all’utente di specificare, per ogni operazione, qual è la perdita massima che è disposto a subire. Si tratta di uno strumento spettacolare per controllare il rischio, peccato che molti principianti lo ignorino completamente e prendano bastonate su operazioni che potevano chiudere con pochi centesimi di perdita.

    Controllo del Rischio

    Guadagni ottenibili con il trading online

    I trader principianti si immaginano sempre milionari, mentre fanno trading dal bordo di una piscina sorseggiando un cocktail, magari anche circondati di belle donne.

    guadagni trading online

    Brutta notizia: non funziona così.

    Il trading online può generare profitti molto elevati, è vero, ma non sono soldi facili. E fare trading dai bordi di una piscina con un elevato tasso alcolico non è certo una buona idea. Il trading richiede concentrazione e impegno per generare risultati nel lungo termine.

    Quanto si guadagna con il trading online? Non è possibile dare una risposta univoca a questa domanda. In generale, possiamo dire che i guadagni di trading dipendono dai seguenti fattori:

    1. Capitale iniziale
    2. Tolleranza al rischio
    3. Strategia utilizzata
    4. Tempo dedicato al trading
    5. Piattaforma di trading utilizzata
    6. Numero di anni di esperienza
    7. Quota di reinvestimento dei profitti

    Come iniziare con il Trading Online?

    Adesso che conosciamo i principi di funzionamento di base del trading online possiamo delineare passo a passo come iniziare a fare trading con una sorta di tutorial pratico.

    Scegli la piattaforma giusta

    Lo abbiamo spiegato più volte: sbagliare la piattaforma è un peccato originale che si paga caro quando si comincia a fare trading online da zero. Per fortuna ad oggi abbiamo a disposizione molte piattaforme sicure, affidabili e facili da usare. Qual è la migliore? Non esiste una risposta univoca, ogni trader ha la sua preferita.

    Il nostro consiglio è di provarne più di una per capire quella che funziona meglio. Dopo tutto aprire il conto su di una piattaforma di trading è gratuito e si può sempre provare la demo. Questo piccolo investimento di tempo potrebbe fare davvero la differenza.

    Studia

    Il trading online non è un gioco e non è un modo per fare soldi facili. Di guadagnare si può guadagnare tanto, ma per farlo bisogna conoscere almeno i principi di base necessari per imparare a investire.

    Se decidi di fare trading, ricordati di studiare. Abbiamo suggerito la Trading Academy di eToro o la famosa guida di XTB ma ci sono anche altri corsi che vale la pena studiare.

    Attenzione: scaricare il corso è inutile se non lo si studia. I migliori sono scritti in modo semplice e sono orientati alla pratica. 

    Simulazione di trading

    Anche lo studio, da solo, è completamente inutile. Quello che serve è mettere in pratica. Ecco perché consigliamo sempre di operare in demo, cioè fare una simulazione di trading online. Con le demo si possono sperimentare strategie e tecniche imparate con il corso senza rischiare di perdere soldi in caso di errori.

    E’ importante non prendere la simulazione come un gioco, altrimenti è inutile: bisogna imparare dagli errori per evitare di commetterli quando si fa trading con denaro reale.

    Domina le emozioni

    Molti principianti pensano che i trader che guadagnano di più siano quelli che conoscono le strategie più complesse. Non è affatto così. I trader vincenti, di solito, sono quelli che riescono a dominare meglio le emozioni e che non corrono rischi che non possono permettersi di correre.

    Ecco perché se vuoi diventare un grande trader, devi passare il prima possibile a operare con la piattaforma reale. E devi capire come puoi dominare la paura di perdere e l’avidità. C’è da dire che, almeno la paura, è facile da dominare, visto che si può cominciare con una somma tutto sommato limitata (appena 250 euro).

    Scegli il mercato

    Qual è il mercato migliore per fare trading online? La realtà è che tutti i principali mercati (forex, azioni, commodities, ecc.) funzionano con meccanismi simili seppur aventi rischi differenti. Non c’è un mercato migliore dell’altro, l’importante è investire con consapevolezza ed avere un portafoglio diversificato.

    Ovviamente se conosci a fondo un mercato meglio di altri perché lo hai studiato di più puoi anche concentrarti su quello, ma attento a non trascurare occasioni di profitto.

    Trading online gratis: è possibile?

    Le migliori piattaforme di trading online che vi abbiamo mostrato sono molto vantaggiose dal punto di vista delle commissioni ma non sono gratuite. I principianti dovrebbero scegliere broker che applicano commissioni basse e spesso nulle sulla negoziazione. Non esistono broker completamente gratuiti ma esistono piattaforme con commissioni molto onerose e piattaforme con commissioni più basse.

    Ma se non applicano commissioni di nessun tipo sulla negoziazione, come fanno a guadagnare le piattaforme di trading online? Dopo tutto ci sono spese da affrontare e, trattandosi di imprese private, devono anche generare un profitto. Ebbene, la maggior parte delle piattaforme di trading utilizzano un meccanismo che non danneggia il trader per ottenere il loro profitto: guadagnano da un piccolo spread, cioè da una minuscola differenza tra il prezzo a cui è possibile aprire un’operazione e il prezzo a cui è possibile chiuderla. Il meccanismo dello spread è decisamente più conveniente rispetto alle commissioni fisse, soprattutto per coloro che cominciano a fare trading online con piccole somme.

    Trading Online: Recensioni e Opinioni

    È possibile consultare le recensioni e le opinioni degli utenti che hanno già fatto trading online sui seguenti canali:

    • Articoli online
    • Forum
    • Social media
    • Trustpilot
    • YouTube
    • Blog

    Come sono le recensioni e le opinioni di chi ha già iniziato con il trading online? Le recensioni relative al trading online sono sia positive che negative. Questo perché provengono sia da trader che hanno investito in maniera completamente sbagliata sia da trader soddisfatti sia da dei veri e propri truffatori che vogliono solo invogliarvi ad utilizzare un sito truffaldino.

    Consultare le recensioni relative ai broker online a cui si è interessati è certamente giusto ma suggeriamo sempre di avere un occhio critico. Le piattaforme serie sono regolamentate e testabili in demo.

    Trading Online Glossario: la terminologia da conoscere

    Prima di passare alle conclusioni, vogliamo lasciarvi con un breve glossario comprendente tutta la terminologia con cui vi interfaccerete iniziando l’attività di trading.

    Glossario Trading Online:

    • Ask: Noto anche come tasso di offerta. Il prezzo al quale si accetta di acquistare l’asset.
    • Bear market: Una tendenza al ribasso dei prezzi delle azioni. È caratterizzato da massimi e minimi inferiori.
    • Bid: Il prezzo al quale si vende un asset.
    • Spread Bid/Ask: La differenza tra il prezzo bid, o di acquisto, (quello che un acquirente pagherà) e il prezzo ask, o di vendita, (quello che un venditore accetterà per il titolo).
    • Bull Market: Una serie di trend rialzisti nei prezzi delle azioni. Si osservano massimi e minimi più alti.
    • Grafico a candele: Grafico che mostra i prezzi massimi, minimi, di apertura e di chiusura di un titolo per un periodo di tempo specifico. 
    • CFD: Un contratto per differenza è un accordo tra un broker e un cliente per pagare la differenza tra il prezzo di apertura e quello di chiusura di un titolo.
    • Derivato: Un contratto che trae il suo valore da un’attività sottostante come un indice, un’azione, una valuta o un tasso di interesse. Non si possiede l’attività sottostante.
    • Dividendo: Utili della società azionaria versati agli investitori. I dividendi sono di solito pagati trimestralmente, ma possono essere pagati mensilmente, annualmente o con versamenti speciali.
    • Calendario economico: Calendario delle relazioni governative ed economiche che possono influenzare il movimento del mercato.
    • Tasso di cambio: Il prezzo associato a una coppia di valute. Chiamato anche tasso FX o tasso di cambio.
    • Valuta Fiat: Questa moneta proviene da un luogo centralizzato, come un paese o un governo. È sostenuta dal governo, non dall’oro o da beni fisici.
    • Contratti a termine: Un accordo tra due parti per l’acquisto di una merce a un prezzo, una quantità e una qualità specifici per la consegna in una data e in un luogo specifici.
    • Andare Long: Per acquistare.
    • Andare Short: Per vendere.
    • IPO: Offerta pubblica iniziale. La prima volta che una società mette in vendita azioni al pubblico.
    • Leva finanziaria: Contrarre un debito per ottenere profitti maggiori.
    • Ordine limite: Importo che si è disposti a pagare per acquistare o vendere un titolo.
    • Margine: Un certo livello di fondi necessari sul conto quando si utilizza la leva finanziaria per effettuare un’operazione.
    • Capitalizzazione di mercato: Il valore totale di tutte le azioni in circolazione di una società.
    • Market Maker: Un broker che è pronto ad acquistare o vendere titoli in qualsiasi momento.
    • Spread: La differenza tra il prezzo di domanda/acquisto e il prezzo di offerta/vendita.

    Conclusioni

    Il trading online è un’attività di investimento speculativo potenzialmente molto redditizia. Di solito si pensa che fare trading online sia adatto solo ad esperti con capitali elevati. In realtà, nel 2022 le opportunità di realizzare potenziali profitti con il trading online sono aperte veramente a tutti, anche a chi parte da zero o ha un capitale molto piccolo a disposizione.

    Tutto quello che ci vuole è un capitale di almeno 50-250 euro, impegno e tempo. Per avere successo con il trading ci vuole anche studio e infatti abbiamo segnalato uno dei migliori corsi di trading, quello della piattaforma XTB (puoi scaricarlo gratis cliccando qui). Un modo alternativo per iniziare da zero il trading online è invece quello di copiare automaticamente i migliori trader grazie ad eToro (puoi iscriverti gratis cliccando qui).

    Ricordati infine di non investire mai più di quello che sei disposto a perdere e di investire sempre in modo consapevole.

    FAQ

    Che cos’è il trading online?

    Il trading online, noto anche come TOL, consiste in ogni attività di investimento sui mercati finanziari che si svolge tramite l’utilizzo di internet. Il trading online è arrivato in Italia nel 1999 e da allora è disciplinato dalla Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa).

    Come fare trading online?

    Per iniziare a fare trading online in maniera affidabile è necessario registrarsi ad un broker online regolamentato in possesso delle dovute licenze, come ad esempio eToro.