Bitcoin truffa o no? Ecco come evitare le truffe sulle criptovalute

Pubblicato: 8 Settembre 2022 di Giulia M.

Bitcoin truffa o no? Molte persone interessate al mondo delle criptovalute si chiedono se il Bitcoin sia una truffa e sono alla ricerca di maggiori informazioni a riguardo.

Il Bitcoin (BTC) non è una truffa ma purtroppo il web è pieno di truffe riguardanti le criptovalute. Per chi non lo sapesse, le criptovalute sono un tipo di moneta digitale che generalmente esiste solo elettronicamente. Bitcoin e Ethereum sono le criptovalute più conosciute, ma ne esistono molte altre e ne vengono create sempre di nuove.

Nonostante siano asset non regolamentati non stiamo assolutamente parlando di una truffa dato che anche lo Stato italiano ha riconosciuto che comprare criptovalute è legale. Per acquistarle legalmente ed in modo affidabile è però necessario rivolgersi sempre ad una piattaforma in possesso delle dovute regolamentazioni. Purtroppo, proprio a causa di questa crescente popolarità delle crypto, hanno iniziato a dilagare tante sedicenti “piattaforme per investire in Bitcoin” che in realtà altro non sono che una truffa in piena regola.

Questo articolo nasce proprio con lo scopo di spiegare agli utenti come evitare le truffe sulle criptovalute, come riconoscerle e come investire in maniera affidabile sulle piattaforme regolamentate. eToro, per esempio, è un broker regolamentato su cui potrete acquistare Bitcoin ed altre crypto senza il rischio di venire truffati. eToro richiede un deposito minimo di circa 50 euro e consente inoltre di copiare le operazioni dei migliori trader della piattaforma.

Clicca qui per provare subito eToro

🔊Bitcoin è una truffa: No
👎 Ci sono truffe sul Bitcoin:
👍 Come evitarle: Piattaforme regolamentate
🥇Migliore piattaforma: eToro

Bitcoin è la truffa del secolo?

La criptovaluta Bitcoin non è assolutamente una truffa ma ci sono state molte truffe a tema Bitcoin in passato e, purtroppo, queste truffe continuano ad esistere anche oggi.

Sebbene le criptovalute di per sé non siano fraudolente (pensate che ora è addirittura possibile comprare Bitcoin in banca), è necessario esercitare estrema cautela quando si tratta di investimenti, perché non sono regolamentate da un’autorità centrale e sono molto volatili. Inoltre, non sono immuni da fenomeni speculativi ad alto rischio, come nel caso delle così dette “shit coin”. Per questa ragione chi decide di investire in Bitcoin deve essere conscio dei rischi intrinsechi al settore, utilizzare solo le piattaforme più affidabili e non investire mai più di quello che è disposto a perdere.

Tuttavia, esistono diversi sistemi fraudolenti al di fuori del mercato che cercano di sfruttare la popolarità delle criptovalute. I truffatori sfruttano la notorietà e la reputazione del Bitcoin per attirare i creduloni con falsi sistemi di trading automatico o di network marketing che non hanno nulla a che fare con la criptovaluta più popolare sul mercato.

Tutti questi metodi non sono altro che truffe progettate per rubare il denaro degli investitori e farlo sparire rapidamente in conti offshore irraggiungibili. Per questa ragione è importante sapere come evitare e riconoscere queste truffe sul Bitcoin!

Come evitare le truffe sul Bitcoin

I truffatori trovano sempre nuovi modi per rubare il vostro denaro utilizzando la popolarità delle crypto. Per evitare una truffa sul Bitcoin o sulle criptovalute in generale, ecco alcune cose da sapere:

  • Le piattaforme affidabili sono sempre regolamentate. Le piattaforme criptovalute più affidabili sono presenti nel registro OAM, sono autorizzate dalla CONSOB o sono in possesso di licenze europee. Prima di investire denaro online verificate sempre che la piattaforma sia in regola.
  • Solo i truffatori richiedono un pagamento in criptovaluta. Nessuna azienda legittima vi chiederà di inviare criptovalute in anticipo, né per comprare qualcosa né per proteggere il vostro denaro. Questa è sempre una truffa.
  • Solo i truffatori garantiscono profitti o guadagni esagerati. Non fidatevi di chi vi promette di guadagnare rapidamente e facilmente sui mercati delle criptovalute. Le piattaforme regolamentate mettono sempre in guardia gli utenti sul rischio di perdere denaro.

Le truffe a tema crypto, così come le truffe a tema trading online, hanno sempre in comune il fatto di non essere supportate da nessuna regolamentazione e di promettere guadagni facili. Queste truffe possono però essere di diverso genere e nel corso dell’articolo vi mostreremo come riconoscerle ma prima vediamo come investire in Bitcoin in modo legale.

Alternative affidabili per investire in Bitcoin

Per investire in Bitcoin e nelle altre migliori criptovalute sul mercato in modo affidabile è necessario utilizzare esclusivamente le piattaforme regolamentate, come ad esempio il broker eToro che:

  • Opera sul mercato dal 2007.
  • Non è mai stato al centro di scandali.
  • È autorizzato dalla CONSOB.
  • È in possesso di diverse licenza (CySEC, FCA, ecc.)

eToro è sia una piattaforma di trading online (eToro) sia un Exchange criptovalute (eToroX). Su entrambe le piattaforme è possibile acquistare criptovalute (o frazioni di criptovaluta) ma la differenza è che eToroX è più adatto agli utenti esperti in quanto offre funzionalità avanzate, più criptovalute emergenti e commissioni ridotte. La piattaforma base è invece perfetta per i principianti che desiderano solo comprare qualche criptovaluta.

Clicca qui per iscriverti subito a eToro

Sul broker eToro potrete investire in sicurezza nel Bitcoin, e nelle altre principali criptovalute, beneficiando di tantissimi vantaggi. Il tutto con un deposito minimo di circa 50 euro e con la possibilità di copiare gli investimenti dei migliori trader tramite la funzionalità del Copy Trading.

Se lo desiderate sul broker troverete anche altri asset ed un ottimo corso criptovalute gratuito. Inoltre, il broker è davvero semplice da utilizzare ed è testabile tramite Demo gratuita.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Come riconoscere le truffe sul Bitcoin

    I truffatori utilizzano alcune tattiche di truffa già collaudate in altri contesti, solo che ora le applicano al Bitcoin ed alle altre criptovalute. Le truffe sugli investimenti sono in assoluto il metodo principale con cui i truffatori inducono gli utenti ad investire criptovalute, ma esistono anche altri sistemi che ora vedremo nel dettaglio come riconoscere.

    Truffe sugli investimenti in Bitcoin

    Le truffe sugli investimenti in Bitcoin sono le più comuni, di solito sono siti web (nonostante possano iniziare anche con un messaggio, un’e-mail o una chiamata) che promettono di fare un sacco di soldi senza rischi e tramite un sedicente sistema di trading automatico. Nella maggior parte dei casi, queste truffe richiedono un deposito iniziale di 200-250 euro, denaro che il malcapitato utente non rivedrà mai più!

    Ecco alcune truffe di investimento comuni e come riconoscerle:

    • I truffatori vi promettono che farete molti soldi e diventerete ricchi senza fare nulla. Nessuno può dare queste garanzie e tanto meno in breve tempo, gli unici a poterlo fare sono i truffatori. Investire in criptovalute è molto rischioso, difatti le piattaforme regolamentate come eToro mettono sempre in guardia gli utenti dal rischio di perdere denaro investendo. Anche se vi mostrano l’appoggio di una celebrità o testimonianze di investitori soddisfatti, non dovete assolutamente cascarci dato che sono elementi facilmente falsificabili.
    • I truffatori fanno grandi affermazioni senza dettagli o spiegazioni. Indipendentemente dall’investimento, informatevi sul suo funzionamento e fate domande sulla destinazione del vostro denaro. I gestori o i consulenti d’investimento onesti vogliono condividere queste informazioni e le confermeranno con dettagli aggiuntivi.
    • Un truffatore finge di essere una celebrità o di avere rapporti con essa. Le celebrità non vi contattano attraverso i social media e non utilizzano questi sistemi truffaldini. Spesso queste truffe si associano a nomi noti al grande pubblico come Elon Musk, o addirittura Jovanotti, ma in realtà questi personaggi non hanno nulla a che fare con questi sistemi.
    • Un cosiddetto “manager” vi contatta all’improvviso. Promette di farvi diventare ricchi, ma solo se versate criptovalute o denaro. Il sito web di investimento a cui vi indirizzano sembra reale, ma in realtà è falso e lo sono anche le loro promesse. Se accedete al vostro “conto di investimento”, non potrete prelevare il vostro denaro, o lo potrete fare solo pagando commissioni elevate.
    • Un “interesse amoroso” online vuole che gli inviate denaro o criptovalute per aiutarvi a investire. È una truffa. Non appena qualcuno conosciuto su un sito o un’app di incontri vi chiede del denaro o vi offre consigli sugli investimenti, sappiate che si tratta di un truffatore. I consigli e le offerte di aiuto per investire in criptovalute non sono altro che truffe. Se inviate criptovalute o denaro di qualsiasi tipo, il denaro sparirà e in genere non lo riavrete indietro.

    Prima di investire in criptovalute, cercate online il nome del sistema a cui siete interessati, insieme a parole come “recensione” o “truffa”, in modo tale da scoprire cosa dicono gli altri. Tutte le truffe sul Bitcoin hanno caratteristiche simili e campanelli d’allarme a cui prestare attenzione.

    Impersonatori di aziende o altri enti

    Un’altra truffa frequente sul Bitcoin è quella in cui il truffatore si finge di essere una persona di fiducia come un’azienda o un ente governativo.

    Ecco alcuni esempi comuni:

    • I truffatori impersonano aziende famose. In questo caso, i truffatori si spacciano per aziende nuove o affermate che offrono criptovalute su cui investire. Un esempio noto è proprio quello della truffa che sfrutta il nome di Amazon, promettendo agli utenti di “guadagnare con Amazon”, ma che in realtà non ha nulla a che fare con la nota azienda di e-commerce.
    • I truffatori si spacciano per agenzie governative, banche, forze dell’ordine o società di servizi. I truffatori potrebbero dire che c’è un problema legale, che dovete del denaro o che i vostri conti sono stati congelati nell’ambito di un’indagine. Vi dicono di risolvere il problema o di proteggere il vostro denaro acquistando criptovaluta. State assolutamente alla larga da questi sistemi e denunciate immediatamente il tutto.
    • I truffatori inseriscono annunci di lavoro falsi sui siti di lavoro. I truffatori potrebbero anche inviare offerte di lavoro non richieste relative al mondo delle criptovalute. In realtà, questi cosiddetti “lavori” iniziano solo se si paga una somma di denaro. Il che è sempre una truffa.

    Ricordate sempre che nessuna azienda o istituzione legittima vi manderà mai un’e-mail o un messaggio per chiedervi del denaro, così come non vi chiederanno mai di investire in Bitcoin. Non cliccate mai su un link proveniente da un messaggio inaspettato anche se sembra provenire da un’azienda che conoscete, non pagate chi vi contatta inaspettatamente chiedendovi di pagare con le criptovalute e non pagate mai un compenso per ottenere un lavoro.

    Truffe Bitcoin per e-mail

    Oltre ai classici tentativi di “phishing”, i truffatori potrebbero inviare e-mail o posta a casa vostra dicendo di avere foto, video o informazioni personali imbarazzanti o compromettenti su di voi. Poi minacciano di renderle pubbliche a meno che non li paghiate in criptovalute o denaro. Non fatelo, si tratta di un ricatto e di un tentativo di estorsione criminale. Segnalatelo immediatamente agli organi competenti.

    Truffe Bitcoin tramite Instagram

    Una delle truffe più comuni sul Bitcoin è quella che avviene sul noto social network Instagram. Instagram è pieno di profili fasulli che si vantano di quanto denaro guadagnano con gli investimenti in Bitcoin. Una volta che la vittima esprime interesse, le viene chiesto di registrare un video in cui descrive i propri guadagni. Poi, per partecipare all’investimento, vengono richiesti i dati di accesso a Instagram e il pagamento.

    Tuttavia, viene negato l’accesso al proprio account e i dati di contatto vengono alterati. Il truffatore inizia a caricare informazioni sulla truffa utilizzando l’account compromesso. Oltre al denaro, i ladri vogliono anche i dati di accesso a Instagram. Anche in questo caso l’unico modo per salvaguardarsi è quello di affidarsi esclusivamente alle migliori app per criptovalute regolamentate, come ad esempio eToro.

    Bitcoin truffa

    Truffe sul Bitcoin più popolari

    Ecco un elenco di siti web a tema Bitcoin che non funzionano e da cui vi suggeriamo di stare alla larga:

    • Bitcoin Prime
    • Bitcoin Code
    • Bitcoin Revolution
    • Bitcoin Future
    • Bitcoin Era
    • Bitcoin Trader
    • Bitcoin Profit
    • Bitcoin Evolution
    • Bitcoin Up
    • Bitcoin Bank
    • Bitcoin System
    • Bitcoin Millionaire

    Molti di questi siti web sono finiti nella lista nera della CONSOB. La CONSOB quando viene a conoscenza di questi siti web interviene oscurandoli ma purtroppo nella maggior parte dei casi queste truffe riappaiono con un nuovo dominio. Inoltre, quando il sito truffaldino si appoggia a provider extra-Ue, la CONSOB non sempre riesce ad ottenerne l’oscuramento.

    Nella maggior parte dei casi, non si riesce a rintracciare gli autori della truffa poiché che operano tramite società fittizie con sede in paradisi fiscali e legali come le Isole Marshall o le Isole Vergini Britanniche. Per questa ragione, di solito, non si arriva mai ad un processo per truffa e chi è stato truffato non riavrà mai indietro il suo denaro.

    Le persone per tutelarsi devono sempre stare attente ai campanelli d’allarme: promesse di guadagni facili, nessun disclaimer sui rischi e nessuna regolamentazione della piattaforma.

    Come segnalare le truffe sul Bitcoin

    Per segnalare una truffa a tema Bitcoin, è necessario segnalare la società o la truffa in questione contattando la CONSOB al numero 06.8477611 o utilizzando il modulo SIPE sul sito ufficiale. Anche se avete qualche dubbio su di una potenziale truffa, contattate immediatamente la CONSOB.

    Se siete già stati vittima di una truffa sul Bitcoin, è estremamente probabile che i truffatori vi prendano di nuovo di mira o passino le vostre informazioni ad altri truffatori se avete già investito del denaro su un sito web fasullo. La successiva truffa di trading online potrebbe anche essere slegata dalla prima; potrebbe, ad esempio, offrire il rimborso del vostro denaro o il riacquisto del vostro investimento in cambio di un compenso. Non versate mai ulteriore denaro e denunciate subito l’accaduto.

    Se invece vi state chiedendo come recuperare il denaro perso in una truffa online sulle criptovalute vi suggeriamo di dare un’occhiata a questo video:

    Conclusioni

    Investire in Bitcoin è rischioso ma questo non perché si tratti di una truffa ma perché tutti gli investimenti hanno un rischio intrinseco. Questo rischio è poi particolarmente elevato per gli asset non regolamentati, come le criptovalute o gli NFT.

    Al termine della lettura, dovreste avere chiaro come evitare le truffe legate al Bitcoin, come riconoscerle e come investire in modo affidabile sulle piattaforme regolamentate.

    Ricordate sempre che i soldi facili non esistono e che bisogna prestare sempre molta cautela nel momento in cui si decidere di investire i soldi online.

    FAQ

    Bitcoin è una truffa?

    Il Bitcoin (BTC) non è una truffa ma purtroppo il web è pieno di truffe riguardanti le criptovalute. Per chi non lo sapesse, le criptovalute sono un tipo di moneta digitale che generalmente esiste solo elettronicamente. Bitcoin e Ethereum sono le criptovalute più conosciute, ma ne esistono molte altre e ne vengono create sempre di nuove.

    Quali sono le truffe sul Bitcoin?

    I truffatori utilizzano alcune tattiche di truffa già collaudate in altri contesti, solo che ora le applicano al Bitcoin ed alle altre criptovalute. Le truffe sugli investimenti sono in assoluto la truffa sul Bitcoin più comune, ma esistono anche altri sistemi.

    Click to rate this post!
    [Total: 0 Average: 0]

    Controlla anche

    Wallet Crypto: Migliori portafogli per criptovalute 2023

    Pubblicato: 6 Dicembre 2022 di GiancarlaQuali sono i migliori wallet crypto del 2023? Con la …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *