ETF Broker: Classifica completa dei migliori su cui investire

La maggior parte dei broker online consente di investire in ETF tramite i CFD, ma sono pochi gli ETF broker che consentono di investire in ETF veri e propri.

Inoltre, non tutti i broker sono il posto ideale per acquistare e vendere ETF, sia a causa dell’addebito di commissioni non necessarie sul conto, sia perché non offrono funzionalità a tutto tondo.

Nella nostra classifica abbiamo infatti messo al primo posto eToro, piattaforma con commissioni nulle sugli ETF, che consente di copiare i migliori investitori e di investire anche in azioni, CFD, criptovalute ed azioni frazionate.

Clicca qui per scaricare la demo gratuita di eToro

Non abbiamo inserito banche o SIM nel nostro articolo, poiché l’investimento in ETF tramite questi canali è molto più costoso rispetto all’utilizzo delle piattaforme di trading online.

Broker:Adatto a:Rating:
1. eToroPrincipianti e Intermedi⭐⭐⭐⭐⭐
2. Interactive BrokersProfessionisti⭐⭐⭐⭐⭐
3. DegiroPrincipianti⭐⭐⭐⭐
ETF Broker Migliori

Miglior Broker ETF

Il miglior broker ETF a nostro avviso è eToro. Nella classifica abbiamo inserito però anche Interactive Brokers e Degiro.

Interactive Brokers è un broker molto valido ma più adatto a coloro che hanno molta disponibilità economica, dato che ha un deposito minimo di ben 1.000 euro, Degiro invece è un broker simile ad eToro ma sul quale sono presenti commissioni più alte sugli ETF e su cui non troverete il Copy Trading.

Se state cercando i migliori ETF broker, il trading senza commissioni è una caratteristica che non può mancare. Su eToro sarà infatti possibile investire in ETF senza commissioni di negoziazione.

Per investire in ETF su eToro dovrete:

  1. Registrarvi gratuitamente al broker: Clicca qui per registrarti gratis ad eToro
  2. Fare pratica con la Demo gratuita
  3. Depositare l’importo minimo di $50
  4. Cercare l’ETF su cui volete investire nella barra di ricerca
  5. Cliccare su “Compra” senza attivare la LEVA in modo da investire negli ETF veri e propri e non nei CFD

In maniera analoga sul broker potrete investire anche in: azioni, azioni frazionate, CFD e criptovalute. Su eToro potrete inoltre copiare in modo automatico i migliori investitori ed i loro investimenti in ETF.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    ETF Cosa sono

    Gli Exchange-Traded Funds , o ETF, sono asset che combinano alcuni dei vantaggi dell’investimento in fondi comuni con la convenienza e la semplicità dell’acquisto di azioni. Nello specifico gli ETF sono dei fondi d’investimento a gestione passiva quotati in Borsa.

    Sono lo strumento ideale per chi desidera investire in modo passivo in uno strumento poco rischioso.

    Come i fondi comuni di investimento, gli ETF uniscono il denaro degli investitori per acquistare un portafoglio diversificato di titoli, obbligazioni o altre attività di investimento. Con gli ETF è possibile ottenere l’esposizione a diverse società e soprattutto la sicurezza derivante dall’elevata diversificazione.

    A differenza dei fondi comuni di investimento, però, gli ETF negoziano sulle principali Borse e possono essere acquistati e venduti molto facilmente. È possibile acquistare ETF ogni volta che il mercato azionario è aperto e la transazione sarà istantanea.

    Inoltre, mentre i fondi comuni di investimento hanno in genere un investimento iniziale minimo (spesso 1.000 euro o più), il prezzo di ammissione all’ETF è il costo di una azione del fondo. Se il vostro broker permette di investire in azioni frazionate, potete investire in un ETF anche solo 1 euro.

    In sintesi, l’investimento in ETF è una scelta intelligente per molti investitori, specialmente per i principianti. Per investire in ETF non è infatti necessario imparare alcuna strategia, dovrete solo investire e far fruttare il vostro denaro.

    Come scegliere i migliori ETF

    Esistono più di 2.000 ETF quotati sulle borse americane, sarebbe dunque impossibile confrontarli tutti.  Sul broker eToro, ad esempio, sono presenti 256 dei più popolari ETF.

    A tal proposito ve ne consigliamo 10 ottimi per iniziare:

    1. Vanguard S&P 500 ETF (NYSEMKT:VOO): aziende U.S. a grande capitalizzazione di mercato
    2. Schwab U.S. Mid-cap ETF (NYSEMKT:SCHM): aziende U.S. a media capitalizzazione di mercato
    3. Vanguard Russell 2000 ETF (NYSEMKT:VTWO): aziende U.S. a bassa capitalizzazione di mercato
    4. Schwab U.S. Aggregate Bond ETF (NYSEMKT:SCHZ): obbligazioni di tutte le diverse varietà e lunghezze di scadenza
    5. Vanguard Total World Bond Fund (NASDAQ: BNDW): include obbligazioni americane e non, di varie lunghezze e scadenze
    6. Invesco QQQ Trust (NASDAQ: QQ): replica l’indice Nasdaq-100, ideale per investire in azioni tech e growth
    7. Schwab International Equity ETF (NYSEMKT:SCHF): grandi aziende non statunitensi
    8. Schwab Emerging Markets Equity ETF (NYSEMKT:SCHE): società di paesi in via di sviluppo
    9. Vanguard High-Dividend ETF (NYSEMKT:VYM): titoli che pagano dividendi superiori alla media
    10. Schwab U.S. REIT ETF (NYSEMKT:SCHH): trust di investimento immobiliare.

    Non dovrete far altro che cercarli su eToro e cliccare su “Investi”. Detto ciò vediamo anche i criteri in base ai quali scegliere i migliori ETF.

    ETF Attivi vs. Passivi

    Gli ETF rientrano in due categorie principali: attivi e passivi. Un ETF attivo (chiamato anche “gestito attivamente”) è un ETF che impiega un gestore di fondi o manager per costruire un portafoglio. Ad esempio, l’ETF Global X Fintech investe nelle azioni Fintech che per i manager offrono rendimenti superiori.

    Un ETF passivo è invece un ETF che mira a tracciare un indice di riferimento. Ad esempio, l’ETF Vanguard S&P 500 comprende tutti i 500 titoli di quell’indice in ponderazioni che corrispondono alla performance dell’indice nel tempo.

    Ecco il punto chiave. L’obiettivo dell’investimento in ETF indicizzati è quello di eguagliare la performance di un certo indice. L’obiettivo dell’investimento attivo in ETF è invece quello di battere la performance di un indice. Gli ETF attivi tendono ad avere commissioni più elevate e non sempre battono il mercato, ai principianti consigliamo dunque di iniziare con gli ETF passivi.

    Capire gli obiettivi

    I vostri obiettivi personali di investimento dovrebbero svolgere un ruolo importante nella selezione degli ETF. La crescita è la vostra priorità principale? Allora probabilmente dovreste considerare un ETF indicizzato al Nasdaq o un ETF che investe in aziende a rapida crescita. 

    Volete ottenere ritorni elevati? Allora un ETF ad alto rendimento come l’ETF Vanguard High Dividend Yield potrebbe essere un buon investimento. 

    Volete preservare il capitale a tutti i costi? Allora un ETF obbligazionario come l’ETF iShares Core Total US Bond Market potrebbe funzionare bene.

    La soluzione giusta potrebbe anche essere una combinazione. Infatti, molti consulenti raccomandano una combinazione di ETF su azioni e obbligazioni, in proporzioni che hanno senso per l’età e la tolleranza al rischio dell’investitore. 

    ETF da evitare

    Ci sono alcuni tipi di ETF che la maggior parte degli investitori dovrebbe evitare a tutti i costi. Uno di questi è l’ETF inverso, che essenzialmente permette agli investitori di scommettere su un determinato indice. Ad esempio, un ETF S&P 500 inverso mirerebbe a fornire i rendimenti opposti di tale indice su base giornaliera. Quindi, se lo S&P 500 dovesse scendere dell’1% domani, l’inverso dell’ ETF S&P 500 salirebbe dell’1% (in teoria).

    L’altro tipo da evitare sono gli ETF a leva, che sono progettati per moltiplicare i rendimenti di un indice. Quindi, un ETF S&P 500 con leva 2x aumenterebbe del 2% nei giorni in cui lo S&P 500 aumenta dell’1%. Si tratta di strumenti finanziari complessi, più adatti dunque ai profesionisti, con cui speculare nel breve periodo e non di buoni investimenti a lungo termine. 

    Comparare i costi

    È indispensabile comparare le commissioni dei vari ETF.  Gli ETF gestiti attivamente tendono ad avere indici di spesa più elevati. Questo perché devono pagare i gestori del portafoglio per selezionare gli investimenti. Anche in quel caso, è comunque difficile trovare ETF con indici di spesa superiori allo 0.8%.

    Vi ricordiamo inoltre che su eToro è possibile copiare gli investimenti in ETF dei traders migliori. Sul broker è inoltre possibile investire in ETF con la formula ZeroCommissioni (questo significa che pagherete solo lo spread e nessuna commissione di negoziazione).

    Clicca qui per registrarti gratis ad eToro

    Come comprare e vendere ETF

    Gli ETF sono molto semplici da acquistare e vendere, soprattutto sui migliori ETF broker. Il processo è paragonabile all’acquisto ed alla vendita di azioni.

    Per investire in un ETF, dovrete aggiungete denaro al vostro conto di trading. Successivamente dovrete inserite il simbolo del ticker dell’ETF nella barra di ricerca del vostro broker, insieme al numero di azioni che volete acquistare. Infine, fare click sul pulsante “Investi”. È davvero semplicissimo, non dovrete far altro che aspettare che i vostri soldi aumentino nel tempo.

    Per vendere un ETF che possedete, basta inserire il simbolo del ticker, il numero di azioni da vendere e premere “Vendi”. Quando il mercato azionario è aperto (9:30 a.m.-4:00 p.m. dei giorni feriali), la transazione si verifica immediatamente.

    Quanto costano gli ETF

    Analizziamo due possibili costi connessi agli ETF, le commissioni e gli indici di spesa.

    Commissioni

    Molti broker online per principianti hanno eliminato le commissioni sul trading delle azioni. Dal momento che gli ETF operano proprio come le azioni nelle principali Borse, gli ETF sono spesso privi di commissioni nella maggior parte dei migliori broker, incluso eToro.

    Per essere perfettamente chiari: tutti i migliori broker ETF devono permettervi di acquistare qualsiasi ETF vogliate senza commissioni di negoziazione. In nessun caso gli investitori principianti dovrebbero pagare commissioni per acquistare e vendere ETF nel 2021.

    Indici di spesa

    L’altro tipo di commissione associata all’investimento in ETF è l’indice di spesa o rapporto spesa. Questo è il costo continuo dell’investimento in un ETF.

    L’indice di spesa di un ETF è la commissione che copre i costi operativi del fondo. Include il pagamento dei gestori del fondo, i costi amministrativi, ed altri costi di fare affari. È espresso in percentuale del patrimonio del fondo su base annuale. Ad esempio, un tasso di spesa dello 0,30% implica che per ogni 10.000 dollari investiti in un ETF, 30 dollari del vostro denaro andranno in commissioni quell’anno.

     Per gli ETF passivi, gli indici di spesa variano generalmente dallo 0,03% a circa lo 0,4%. Per gli ETF gestiti attivamente, è comune vedere tassi di spesa nell’intervallo 0,5%-1,5%. È preferibile un rapporto di spesa più basso, quindi se tenete d’occhio uno specifico ETF, assicuratevi che non ce ne sia un altro che faccia essenzialmente la stessa cosa con una struttura dei costi più bassa. 

    È dunque particolarmente importante confrontare gli indici di spesa per gli ETF passivi, dato che gli ETF che seguono lo stesso indice hanno esattamente la stessa strategia di investimento.

    Conclusioni

    Il miglior ETF broker per voi è quello le cui caratteristiche soddisfano al meglio le vostre esigenze. Non esiste un broker migliore in assoluto.

    Ai principianti che desiderano investire in ETF occasionalmente su di una piattaforma semplice da usare, noi consigliamo senza dubbio eToro. Ricordiamo inoltre che sulla maggior parte delle migliori piattaforme di trading online è possibile investire in ETF tramite i CFD.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capital
    Deposito Minimo: 20€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma Metatrader MT4
  • Decine di criptovalute
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

     

    FAQ:

    Qual è il miglior broker ETF?

    Un ottimo broker per principianti con cui investire in ETF è eToro, broker con deposito minimo di soli $50. Un ottimo ETF broker per esperti è invece Interactive Brokers, broker con deposito minimo di $1.000.

    Cosa sono gli ETF?

    Gli Exchange-Traded Funds , o ETF, sono asset che combinano alcuni dei vantaggi dell’investimento in fondi comuni con la convenienza e la semplicità dell’acquisto di azioni. Nello specifico gli ETF sono dei fondi d’investimento a gestione passiva quotati in Borsa.

     

    Click to rate this post!
    [Total: 0 Average: 0]

    Di Giulia

    Controlla anche

    XTB Recensione reale

    XTB: Recensione completa ed aggiornata del broker [2021]

    XTB è una società di trading online, con sede in Europa, leader nella negoziazione di …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *