Come investire con inflazione alta? Guida 2023

Pubblicato: 6 Dicembre 2022 di Giulia M.

Ora che l’inflazione è alle stelle, sono in molti coloro che si domandano come investire con inflazione alta. In questo articolo vi mostreremo nel dettaglio come trarre profitto nei periodi di aumento dei prezzi.

Dopo la Grande Recessione, l’inflazione è rimasta bassa grazie alla ripresa del sistema bancario. Per diversi anni, l’inflazione non ha mai superato il 2% ma negli ultimi mesi l’inflazione è tornata a crescere ed ha raggiunto l’8% in Italia. Diversi economisti hanno definito questo aumento “transitorio”, ma molti temono che l’inflazione sia destinata a rimanere.

Prima però di mostrarvi come investire sulle migliori piattaforme di trading online, cerchiamo di capire cos’è l’inflazione e come funziona.

Inflazione Significato

Cosa significa inflazione? L’inflazione è l’aumento generale dei prezzi in un’economia in un determinato periodo di tempo. La BCE e la FED hanno come obiettivo di medio periodo un tasso di inflazione basso e stabile, pari a circa il 2%, che può indicare un’economia in crescita, ma l’inflazione può arrivare anche a due cifre in seguito a shock economici.

Qual è l’andamento dell’inflazione? L’inflazione ha fluttuato nel corso della storia. Negli anni ’70 e ’80 i prezzi sono aumentati addirittura del 10%-15% in determinati anni, ma da allora, l’inflazione si è attenuata.

Negli anni 2000, i tassi di inflazione hanno oscillato tra il 2% e il 5%, mentre negli anni 2010 l’inflazione si è aggirata tra lo 0% e il 2%. In altre parole, nel recente passato i prezzi sono stati notevolmente stabili rispetto ad altri periodi storici.

Recentemente, tuttavia, l’inflazione è tornata a far parlare di sé. A partire dal 2020, anno caratterizzato dalla pandemia Covid-19, l’inflazione ha ripreso a salire ed ha raggiunto il 5,4%, uno dei tassi più alti degli ultimi anni. Nel 2022, a causa della guerra in Ucraina e della crisi del gas, la situazione è ancora peggiore e l’inflazione a metà anno ha raggiunto l’8% in Italia portando ad un forte timore di una recessione dell’economia.

Tipi di inflazione e Cause

Esistono tre tipi principali di inflazione in base alla causa scatenante:

  • Inflazione da domanda: L’inflazione da domanda si verifica quando la domanda supera la capacità produttiva. In altre parole, la domanda di beni è superiore a quella che l’offerta attuale è in grado di soddisfare e, di conseguenza, i prezzi aumentano. Un esempio, è quello della crisi energetica del 2022.
  • Inflazione da spinta dei costi: L’inflazione da spinta dei costi si verifica quando i costi di produzione rendono più costoso per le aziende produrre gli stessi beni. Di conseguenza, i prezzi di mercato aumentano per riflettere l’aumento del costo dei fattori produttivi.
  • Inflazione incorporata: L’inflazione incorporata si verifica quando i lavoratori chiedono salari più alti per combattere l’aumento del costo della vita. Questo tipo di inflazione può causare un effetto di retroazione per cui le aziende devono aumentare continuamente i prezzi per far fronte all’aumento del costo del lavoro.

Inflazione Pro e Contro

PRO dell’inflazione:

  • Un’inflazione bassa e stabile può essere un indicatore di un’economia in crescita.
  • Favorisce i detentori di debiti a tasso fisso, come i mutui ipotecari.
  • Incoraggia i consumi oggi piuttosto che in futuro.

CONTRO dell’inflazione:

  • L’inflazione riduce il potere d’acquisto, poiché ogni euro acquista meno beni.
  • I prezzi più alti in tutta l’economia danneggiano i consumatori al dettaglio.
  • Danneggia i pensionati che vivono a reddito fisso.
  • Richiede l’intervento delle Banche Centrali.
INFLAZIONE

Come investire con inflazione alta

L’inflazione ha una serie di effetti preoccupanti, ma la conseguenza più evidente è che nel tempo erode il potere d’acquisto. Quando l’inflazione è alta, ogni euro acquisterà meno beni e servizi rispetto al passato.

Nell’ultimo decennio, gli investitori a lungo termine e i pensionati sono stati più compiacenti nei confronti della minaccia dell’inflazione perché i tassi sono stati eccezionalmente bassi. La minaccia dell’attuale inflazione deve però essere considerata un rischio reale per il proprio reddito ed essere presa in considerazione in modo appropriato.

L’inflazione crea maggiore incertezza nell’economia. Tassi d’inflazione più elevati inducono le Banche Centrali ad intervenire, aumentando i tassi d’interesse. L’azione della BCE o della FED può provocare la volatilità del mercato azionario nel breve periodo e l’aumento dei tassi può anche far perdere valore ai fondi obbligazionari.

Come investire con inflazione alta? La minaccia dell’inflazione alta, così come l’aumento dell’incertezza, è una ragione valida per rivedere il modo in cui avete investito il vostro denaro al fine di assicurarvi che le vostre attività siano adeguatamente diversificate. Un portafoglio diversificato che non pesi troppo su una sola classe di attività è un buon primo passo per proteggere le vostre finanze dall’inflazione.

Dove investire con inflazione alta

Dove investire con inflazione alta? Ecco alcuni asset da aggiungere al proprio portafoglio diversificato per coprirsi contro l’inflazione e rimanere a galla quando i prezzi aumentano:

  1. Azioni value
  2. Materie prime
  3. Settore immobiliare
  4. BTP indicizzati all’inflazione

Azioni value

Quali azioni comprare con inflazione alta? Alcune ricerche hanno dimostrato che le azioni value tendono a performare meglio delle azioni growth nei periodi di inflazione. I titoli value sono società che presentano forti utili rispetto al prezzo attuale delle azioni. Sono anche note per i loro solidi flussi di cassa, che gli investitori di solito apprezzano quando i prezzi sono in crescita.

I titoli growth, invece, tendono a essere più sensibili alle variazioni dei tassi di interesse, una risposta comune della politica monetaria all’inflazione. Nell’ultimo decennio, quando l’inflazione è stata nettamente assente, le azioni growth hanno vissuto un periodo di grande successo. Ultimamente, però, i titoli value sono tornati in auge. L’attuale contesto rende probabile il loro continuo successo.

Sul broker eToro, potrete acquistare tutte le maggiori azioni value senza commissioni di negoziazione e con un deposito minimo di soli $50. Potrete inoltre investire copiando le operazioni dei migliori trader della piattaforma, acquistare azioni frazionate, ETF o investire al ribasso tramite i CFD.

Clicca qui per iscriverti a eToro e accedere alla demo gratuita

Materie prime

Le materie prime, o commodities, comprendono l’oro ed altri metalli preziosi, oltre a materie prime e varie risorse naturali fondamentali per la produzione. In parole povere, quando la domanda aumenta, i prezzi crescono nell’economia e i costi di produzione per soddisfare la domanda aumentano di pari passo.

Le materie prime sono generalmente considerate beni rifugio in tempi di incertezza. Sebbene non paghino dividendi e non rappresentino un’attività sottostante, le materie prime non sono correlate alle classi di attività tradizionali (azioni e obbligazioni) e tendono a muoversi in una direzione non correlata.

Se desiderate saperne di più su come investire in materie prima vi suggeriamo di leggere la nostra guida al commodity trading.

Settore Immobiliare

Anche l’investimento nell’immobiliare, o real estate, andrebbe considerato quando l’inflazione è alta. Le case unifamiliari finanziate con mutui a tasso fisso e basso tendono a ottenere buoni risultati nei periodi di inflazione. Con l’aumento dell’inflazione, è probabile che la vostra proprietà aumenti di valore mentre il costo mensile del servizio del vostro mutuo rimane invariato. Questo è il cuore dell’accumulo di capitale proprio, che può aumentare rapidamente il vostro patrimonio netto.

Acquistando un immobile, ci si isola anche dall’aumento degli affitti. Come qualsiasi altro bene di consumo, gli affitti tendono ad aumentare durante le impennate dell’inflazione. Anche se i mutui sono meno flessibili dei contratti di affitto, hanno un vantaggio quando l’inflazione è alta.

In alternativa, è anche possibile investire in ETF del settore immobiliare sui migliori ETF broker.

BTP indicizzati all’inflazione

I BTP indicizzati all’inflazione (dell’Italia o dell’eurozona) sono titoli di Stato italiani negoziabili che mirano a combattere l’erosione del potere d’acquisto. I BTP indicizzati all’inflazione hanno il vantaggio di un adeguamento periodico all’inflazione, una caratteristica che manca alle normali obbligazioni a tasso fisso.

Gli investitori che cercano la conservazione del capitale e la stabilità del potere d’acquisto dovrebbero considerare i BTP indicizzati all’inflazione come parte del loro portafoglio a basso rischio. I detentori di questi BTP possono essere certi di ottenere il rimborso del capitale, dato che i BTP sono garantiti dalla piena fede e dal credito del governo italiano.

Abbiamo inserito questa tipologia di BTP nella nostra classifica ma occorre considerare che i BTP indicizzati all’inflazione convengono solo se l’inflazione futura sarà maggiore di quella attesa oggi (che però è più alta di quella attesa ieri). Se invece l’inflazione e l’inflazione attesa futura scenderanno questi BTP potrebbero non essere una buona scelta.

Conclusioni

Speriamo che arrivati a questo punto abbiate chiaro come investire con inflazione alta. Poiché accade con o senza il nostro permesso, pensate all’inflazione come a un’opportunità per rivedere il vostro intero portafoglio e per acquistare le migliori azioni da comprare in recessione. Non lasciatevi prendere dal panico ma cercate di realizzare un portafoglio ben bilanciato che possa performare bene in tutte le condizioni di mercato.

Uno dei modi migliori per combattere l’inflazione è quello di assicurarsi costantemente di essere adeguatamente diversificati. Il denaro investito in azioni tende a superare l’inflazione nel lungo periodo, mentre le posizioni in immobili, materie prime e BTP, possono solo servire come ulteriore protezione diversificata. La liquidità in disparte è destinata a perdere valore, mentre le obbligazioni a lungo termine subiranno un impatto se i tassi di interesse inizieranno a salire.

In generale, i periodi di inflazione, che siano transitori o meno, offrono l’opportunità di rivedere la propria situazione finanziaria e di apportare modifiche in vista di ciò che ci aspetta.

Qui di seguito trovate i nostri broker online preferiti su cui investire, sono tutti testabili tramite conto demo gratuito:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Formazione gratuita
  • Consulente personale
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    72,30% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: markets
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Trend dei Traders
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Che cos’è l’inflazione?

    L’inflazione è l’aumento generale dei prezzi in un’economia in un determinato periodo di tempo. La BCE e la FED hanno come obiettivo di medio periodo un tasso di inflazione basso e stabile, pari a circa il 2%, che può indicare un’economia in crescita, ma l’inflazione può arrivare anche a due cifre in seguito a shock economici.

    Perché l’inflazione aumenta?

    L’inflazione può aumentare per tre cause principali: quando la domanda supera la capacità produttiva, quando i costi di produzione rendono più costoso per le aziende produrre gli stessi beni e quando i lavoratori chiedono salari più alti per combattere l’aumento del costo della vita. 

    Click to rate this post!
    [Total: 0 Average: 0]

    Controlla anche

    day trading

    Day Trading: Cos’è e come iniziare a fare trading giornaliero

    Pubblicato: Dicembre 5, 2022 di GiancarlaIl day trading è una strategia di trading molto diffusa …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *