Come investire in criptovalute in modo sicuro nel 2022

Investire in criptovalute è diventato un desiderio molto comune non solo tra i trader con esperienza ma anche tra coloro che non hanno mai effettuato un investimento in vita propria. Senza dubbio stiamo parlando di una delle classi di attività più eccitanti degli ultimi anni ma prima di investire il proprio denaro è bene comprendere come iniziare in modo sicuro, dove farlo e soprattutto come funziona questo mondo!

Le criptovalute (o criptomonete o crypto) sono valute digitali o virtuali protette dalla crittografia, di conseguenza sono quasi impossibili da contraffare o da spendere più volte. Molte crypto sono reti decentralizzate basate sulla tecnologia blockchain, un registro distribuito, immutabile ed imposto da una rete eterogenea di computer. Una caratteristica peculiare delle criptovalute è che generalmente non sono emesse da alcuna autorità centrale, e che quindi sono teoricamente esenti da intromissioni o alterazioni governative. Sul mercato sono presenti oltre 13.000 crypto ma la più famosa è il Bitcoin (BTC).

Le persone hanno la possibilità di investire in criptovalute non solo tramite l’acquisto diretto ma anche attraverso altri asset correlati, come ad esempio le azioni. Per acquistare crypto vere e proprie è però indispensabile registrarsi ad un Exchange affidabile o ad un broker online.

Il broker regolamentato eToro, ad esempio, dispone sia di una piattaforma di trading online (eToro) sia di un Exchange (eToroX) con commissioni inferiori e funzionalità avanzate. Con un deposito minimo di soli $50 potrete così acquistare tutte le criptovalute più popolari ed accedere ad innumerevoli servizi su di una piattaforma affidabile.

Clicca qui per registrarti a eToro e acquistare subito criptovalute

💹 Strumento: Criptovalute
💻 Dove investire: Exchange, Broker online
🥇 Migliori piattaforme: eToro, Binance, Coinbase
🏆 Migliori criptovalute: Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH)
💰 Budget minimo: 0-50 €
Investire in criptovalute: Overview

Investimenti in criptovalute: le alternative a disposizione

Generalmente quando si parla di investire in criptovalute ci si riferisce all’acquisto ed alla detenzione di monete digitali. Esistono però anche altri modi, più e meno rischiosi, di investire in questi innovativi assset. Vediamo qui di seguito tutte le principali alternative a disposizione:

  • Acquistare direttamente le criptovalute: La scelta più comune è quella di comprare e detenere direttamente monete digitali. Gli utenti possono scegliere fra tantissime crypto, dalle più famose, Bitcoin (BTC) e Ethereum (ETH), a quelle più sconosciute o appena rilasciate tramite un’offerta iniziale di monete (ICO).
  • Investire in azioni legate alle criptovalute: Le azioni legate alle criptovalute appartengono ad aziende focalizzate parzialmente o totalmente sulle crypto, come: società di mining, produttori di hardware per il mining, società di brokeraggio, ecc. Ecco alcuni esempi noti: Coinbase (COIN), Robinhood (HOOD), PayPal Holdings (PYPL), Block (SQ), NVIDIA (NVDA).
  • Investire in fondi con focus sulle criptovalute: Coloro che sono poco propensi al rischio e che non desiderano scegliere tra le varie società legate al mondo delle crypto, possono investire in un fondo con focus sulle criptovalute. Sarà possibile scegliere tra varie tipologie di fondo: ETF, fondi indicizzati, fondi di investimento, ecc. Determinati fondi investono direttamente nelle criptovalute mentre altri investono in società focalizzate sulle criptovalute.
  • Investire in contratti derivati: Coloro che invece sono più propensi al rischio possono investire in criptovalute attraverso contratti derivati come CFD e futures. I CFD hanno il grande vantaggio di essere semplici da utilizzare e di consentire di puntare al ribasso su di una determinata crypto.
  • Diventare un minatore o un validatore di criptovalute: Questa è una scelta infattibile per la maggior parte delle persone dato che richiede specifiche competenze/risorse. I minatori e i validatori di criptovalute guadagnano ricompense in crypto, che possono poi tenere come investimenti o scambiare con un’altra valuta digitale.

Fortunatamente, su piattaforme come eToro, se lo desiderate, potrete realizzare un portafoglio diversificato dato che trovare in un unico posto sia criptovalute vere e proprie sia altri asset generalmente meno rischiosi come azioni ed ETF.

Clicca qui per provare subito eToro

In questo articolo ci concentreremo però sull’acquisto diretto di criptovalute e nel prossimo paragrafo vi forniremo tutti i passaggi da seguire.

Come investire in criptovalute: 5 passaggi da seguire

Per iniziare ad investire in criptovalute da zero è necessario seguire i seguenti passaggi:

  1. Scegliere un Exchange o un broker affidabile: La differenza principale tra Exchange e broker online è che quest’ultimi consentono di investire anche in altri asset e sono sempre regolamentati. Se avete intenzione di scegliere un Exchange dovreste preferire piattaforme centralizzate al fine di ottenere una maggiore garanzia di sicurezza ed evitare quelle decentralizzate in cui non c’è un istituto che detiene i vostri fondi. Se invece intendete scegliere un broker online, uno dei pochi che consente di acquistare criptovalute vere e proprie (non CFD) è eToro, che come abbiamo anticipato è anche un Exchange. Solo scegliendo una piattaforma affidabile, dotata di tutti i principali sistemi di sicurezza (autenticazione a due fattori, ecc.) potrete stare tranquilli. – Nel prossimo paragrafo vedremo quali sono le migliori piattaforme criptovalute!
  2. Registrarvi gratuitamente alla piattaforma scelta: Una volta scelta la piattaforma dovrete seguire il processo di registrazione. Generalmente vi verranno richiesti i vostri dati (nome, cognome, ecc.), un documento di riconoscimento in corso di validità ed una vostra foto come prova d’identità. Tutto questo è per la vostra sicurezza, in quanto gli Exchange e i broker devono verificare l’identità univoca dei loro iscritti. Per investire in criptovalute è necessario aver compiuto la maggiore età.
  3. Familiarizzare con la piattaforma: Una volta ottenuta l’approvazione dell’account potrete familiarizzare con il sito web o con l’app della piattaforma scelta. Il broker eToro, ad esempio, consente anche di simulare gli investimenti in criptovaluta tramite un account demo gratuito.
  4. Collegare un metodo di pagamento: Per acquistare le vostre criptovalute preferite dovrete collegare un metodo di pagamento al vostro account. Generalmente Exchange e broker consentono di acquistare crypto tramite carta di credito/debito, bonifico o eWallet. Prima di scegliere una piattaforma dovreste controllare i metodi disponibili, l’Exchange Coinbase, ad esempio, non consente di acquistare criptovalute tramite prepagata o PayPal, a differenza di eToro che permette di comprare Bitcoin con PayPal.
  5. Piazzare l’ordine d’acquisto: Ora non vi resta che cercare la criptovaluta che desiderate acquistare nella barra di ricerca della piattaforma, scegliere quanto denaro investirci (molti non sanno che è possibile investire in una singola moneta digitale anche una somma inferiore al suo valore unitario, non vi serviranno dunque cifre come 30.000 euro per investire in Bitcoin) e convalidare l’operazione. Una volta completati questi step potrete vedere le crypto acquistate nel vostro account ed eventualmente metterle ancora più al sicuro in un wallet crypto!

Dove investire in criptovalute: le 10 migliori piattaforme

Ora che avete chiari tutti i passaggi necessari per investire in criptovalute, vediamo quali sono i 10 migliori Exchange criptovalute secondo noi di TradingOnlineTop:

  1. eToro (la migliore scelta per i principianti)
  2. Binance (la migliore scelta per i professionisti)
  3. Coinbase
  4. Kraken
  5. Crypto.com
  6. Gemini
  7. Coinmama
  8. Bittrex
  9. Bitstamp
  10. Luno

Nel redigere la classifica ci siamo basati sui seguenti criteri:

  • Affidabilità/notorietà della piattaforma
  • Livello di sicurezza
  • Base di utenti
  • Commissioni
  • Passato dell’Exchange
  • Funzionalità aggiuntive
  • Metodi di pagamento disponibili
  • Facilità d’uso

eToro: una piattaforma di trading ma anche un Exchange

Tra tutte le piattaforme quella che secondo noi merita un approfondimento è eToro. In quanto consente di acquistare criptovalute sia sulla sua piattaforma di trading (eToro) sia sul suo Exchange (eToroX).

La piattaforma di trading eToro è la scelta migliore per i principianti in quanto è semplicissima da utilizzare. Con un deposito minimo di soli $50 potrete infatti accedere a criptovalute, azioni, ETF e CFD, ed addirittura copiare in modo automatico i migliori trader della piattaforma. Potrete poi beneficiare di tantissimi metodi di pagamento, di strumenti gratuiti di ricerca, di analisi di mercato, di un corso criptovalute ed ottenere inoltre ricompense grazie allo “Staking“.

Clicca qui per iscriverti gratis a eToro ed accedere alla Demo gratuita

L’Exchange eToro X è invece la scelta migliore per i più esperti che intendono investire maggiori quantità di denaro e necessitano dunque di una piattaforma con commissioni inferiori. Su eToroX troverete: capacità di trading algoritmico di livello istituzionale, alta liquidità e spread ridotti, una lista in continua espansione di criptoasset e stablecoin, un assortimento esclusivo di asset tokenizzati.

Clicca qui per accedere a eToroX

Infine, troverete addirittura un wallet multi-cripto per detenere al sicuro le vostre valute digitali. Il wallet di eToro supporta più di 120 criptovalute, consente scambi tra cripto, ha una chiave di sicurezza imperdibile ed un indirizzo on-chain.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    App per investire in criptovalute

    Tutte le piattaforme criptovalute che vi abbiamo mostrato precedentemente sono disponibili anche in versione mobile. Potrete dunque registrarvi sia tramite sito ufficiale sia scaricando l’app mobile da App Store o Google Play.

    Alcuni Exchange non hanno però app ben sviluppate e molti utenti li preferiscono nella loro versione web. Il nostro consiglio è quello di registrarvi dal sito web ufficiale e scaricare poi l’app dal vostro smartphone (potrete accedere con le stesse credenziali).

    Le migliori app per criptovalute secondo i nostri criteri:

    1. eToro
    2. Binance
    3. Coinbase
    4. Crypto.com
    5. Gemini
    6. Kraken
    7. Bitstamp
    8. Pionex
    9. Bybit
    10. Bitpanda

    In quali criptovalute investire?

    Per capire in quali criptovalute investire dovreste effettuare una ricerca atta ad analizzare quali sono le crypto dal progetto più interessante e con le maggiori possibili applicazioni nella vita reale.

    Per ogni criptovaluta in cui investirai, assicuratevi di avere una tesi di investimento sul perché quella valuta digitale supererà la prova del tempo.

    Detto ciò, molti analisti sostengono che i principianti dovrebbero investire solo nei progetti più solidi in quanto caratterizzati da minore volatilità. Difatti, la maggior parte degli utenti desidera investire in Bitcoin.

    Ecco qui di seguito le 10 migliori criptovalute da comprare in base a vari fattori (team, progetto, caratteristiche distintive, adozione, ecc.) da noi considerati:

    1. Bitcoin (BTC)
    2. Ethereum (ETH)
    3. Tether (USDT)
    4. BNB (BNB)
    5. USD Coin (USDC)
    6. XRP (XRP)
    7. Solana (SOL)
    8. Cardano (ADA)
    9. Terra (LUNA)
    10. Avalanche (AVAX)

    Clicca qui per comprare subito Bitcoin o altre criptovalute

    Investire in criptovalute conviene?

    La risposta è dipende, nessuno può darvi la garanzia che acquistando una determinata criptovaluta oggi riuscirete ad ottenere un guadagno in futuro. Chi dice il contrario mente!

    Nessun progetto in criptovaluta vi darà una garanzia di successo futuro. Allo stesso tempo, è vero anche che i primi ad investire in un progetto hanno una maggiore opportunità di ottenere un grande guadagno nel lungo termine (basti pensare a chi ha investito in Bitcoin dieci anni fa).

    È possibile affermare che ogni progetto prima di raggiungere il successo deve aver ottenuto un’adozione diffusa, per questa ragione Bitcoin (BTC) e Ethereum (ETH) sono da molti considerati come i progetti con il maggiore potenziale nel lungo periodo.

    Detto ciò, possedere alcune crypto può aumentare la diversificazione del vostro portafoglio dato che il Bitcoin ha storicamente dimostrato poche correlazioni di prezzo con il mercato azionario statunitense.

    Quanto investire in criptovalute?

    Investire in criptovalute è un investimento rischioso, quindi è importante non investire più soldi di quelli che ci si può permettere di perdere.

    I principianti, che non hanno mai investito online e che desiderano solamente possedere qualche crypto, possono investire anche cifre minime come 50 euro. Generalmente questa tipologia di investitore dovrebbe avere un approccio di lungo periodo, acquistare dunque qualche criptovaluta dal progetto interessante sperando che essa aumenti di valore in futuro. In questo modo non si rischia nulla in più di quanto investito.

    Gli investitori veri e propri, che possiedono già altri asset nel loro portafoglio, dovrebbero invece decidere quanta parte del loro budget totale allocare nelle criptovalute. Molti analisti sostengono che non si dovrebbe destinare più del 2-5% del proprio portafoglio alle criptovalute in quanto asset molto rischiosi.

    Una buona pratica tra gli investitori è quella di rivedere periodicamente l’intero portafoglio al fine di riequilibrare le proprie partecipazioni. Questo potrebbe comportare un aumento o una diminuzione delle criptovalute nel portafoglio, a seconda dei propri obiettivi di investimento e di altre esigenze finanziarie.

    Investire in criptovalute è legale?

    Molti utenti prima di iniziare si domandano se investire in criptovalute sia legale o meno; il dubbio legittimo scaturisce dal fatto che le criptovalute non siano regolamentate da nessun organo centrale.

    La risposta è sì, investire in criptovalute è assolutamente legale. Per la legislazione italiana l’investimento in crypto asset è assimilabile agli investimenti in valuta estera con corso legale.

    Un’altra domanda molto frequente è quella relativa alla tassazione sulle criptovalute. In maniera semplificata, il Fisco afferma che si dovrà pagare un’imposta sostitutiva del 26% sulla giacenza media di criptovalute, detenute in uno o più wallet, solo quando tale giacenza supera i 51.645,69 euro per 7 giorni consecutivi. Ne consegue che nella stragrande maggioranza dei casi i principianti non dovranno pagare tasse sulle criptovalute.

    L’importante è negoziare crypto solo su piattaforme affidabili, molto popolari o regolamentate. A causa del loro aumento di notorietà, sono infatti aumentate anche le truffe correlate alle criptovalute. Questi siti web truffaldini che promettono di farvi diventare ricchi con le criptovalute sono illegali e spesso nascondo uno Schema Ponzi.

    Investire in criptovalute: Rischi associati

    Investire in criptovalute è rischioso ma potenzialmente molto redditizio. Questo soprattutto a causa dell’elevata volatilità dei prezzi delle crypto, che oscillano ampiamente e spesso per ragioni imprevedibili.

    Le criptovalute più note, come Bitcoin (BTC) e Ethereum (ETH), hanno un andamento meno volatile rispetto alle crypto minori ma sono comunque più volatili di altri asset come le azioni.

    Altri rischi da valutare sono i seguenti:

    • I prezzi futuri delle crypto potrebbero venire influenzati negativamente da cambiamenti legislativi e regolamentazioni.
    • La competizione tra i vari progetti blockchain è altissima.
    • Non tutti i progetti sono validi o applicabili alla vita reale.
    • Anche gli Exchange più affidabili non sono al 100% al riparo da possibili attacchi hacker nonostante abbiano diverse misure volte a garantire i fondi degli utenti.

    Prima di investire è perciò sempre necessario essere coscienti dei rischi, non investire più di quanto si è disposti a perdere e soprattutto conoscere il progetto della criptovaluta che si sta acquistando.

    Il mondo delle criptovalute è in rapida evoluzione, la loro adozione è in aumento, le blockchain hanno sempre più casi d’uso nella vita reale e ci sono sempre più opportunità d’investimento correlate (Metaverso, NFT, ecc.). Per questa ragione, è importante prestare la massima attenzione ai nuovi sviluppi che potrebbero influenzare i vostri investimenti in criptovalute.

    Investire in criptovalute

    Conclusioni

    Nonostante i rischi associati, le criptovalute e l’industria blockchain si stanno rafforzando. Si stanno man mano costruendo le infrastrutture finanziarie necessarie e gli investitori sono sempre più in grado di accedere a piattaforme affidabili, come eToro. Gradualmente, gli investitori professionali e individuali stanno così ricevendo gli strumenti di cui hanno bisogno per gestire e salvaguardare i loro beni crypto.

    Anche se altri fattori influenzano ancora la rischiosità delle criptovalute, il crescente ritmo di adozione è un segno di un settore in maturazione. Gli investitori e le aziende stanno cercando di ottenere un’esposizione diretta alle criptovalute, considerandole abbastanza sicure per investire grandi somme di denaro.

    Il nostro consiglio finale è quello di non vedere le criptovalute ne come un mezzo per diventare ricchi ne come un asset da cui stare alla larga, ma di vederle per quello che sono. Investire in criptovalute ha senso ma solo se fatto in modo consapevole, non investendo più di quanto si è disposti a perdere ed investendo solo in progetti validi.

    FAQ

    Dove investire in criptovalute?

    È possibile investire in criptovalute sugli Exchange più affidabili, come Binance o Coinbase, o sui broker online regolamentati, come eToro.

    Qual è la criptovaluta migliore per i principianti?

    Molti analisti sostengono che i principianti dovrebbero investire solo nei progetti più solidi in quanto caratterizzati da minore volatilità, come Bitcoin (BTC) e Ethereum (ETH).

     

    Click to rate this post!
    [Total: 0 Average: 0]

    Di Giulia M.

    Laureata in economia aziendale e management con esperienza pluriennale all'interno del settore finanziario.

    Controlla anche

    migliori app trading criptovalute

    Migliori app per criptovalute: Guida completa alle applicazioni

    Le criptovalute sono diventate molto più accessibili per l’investitore medio dopo la loro recente ascesa …

    un commento

    1. Purtroppo in pochi capiscono che investire in criptovalute non è né giusto né sbagliato. L’importante è investire molto poco nei progetti più solidi e investire il resto negli asset tradizionali

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.